07 May 2007

Torta della Nonna

Rimanendo sempre in tema di crema, e quindi di dolcezze, l'altro ieri ho preparato una torta che mangiavo quando andavo con i miei amici, nella pizzeria preferita della nostra città: la Torta della Nonna, conosciuta anche come Torta Paradiso o più semplicemente Torta ai Pinoli.
E sì con il cibo sono fatta così, è come se avessi una specie di memoria gustativa che non si limita, però, al solo gusto, ma coinvolge tutti gli altri sensi. Mi basta un odore o vedere qualche ingrediente, che si sveglia il mio archivio gastronomico fatto di ricordi, di emozioni, sensazioni. . . e viaaaa parto per il mio viaggio alla ricerca di quel sapore!
Non si tratta di solo mangiare, è qualcosa che va oltre. Il cibo è il medium che mi porta in quel posto prezioso dove ritrovo i miei ricordi, le mie persone care, la mia storia. Sono molti, infatti, i momenti belli ed indimenticabili proprio legati alle grandi tavolate, con la famiglia e gli amici, che hanno incorniciato la mia vita in Italia.
Tornando alla torta, dopo aver sperimentato varie ricette, sono finalmente arrivata a quella che mi fa tornare alla mente, passando per il palato, quella che mangiavo al
Boccalino:D

Ingredienti per la crema al limone: 6 rossi d'uovo, 6 cucchiai rasi di zucchero, 6 cucchiai di farina (per una variante più delicata, sostituite la farina con la maizena), 1 l di latte, 1 bottiglietta di essenza di limone (ca 30 ml).
Ingredienti per la pasta frolla (x uno stampo del diametro 24-26 cm ca) : 300 g farina, 150 g zucchero, 200 g burro freddo tagliato a cubettini, 1 uovo sbattuto, un pizzico di sale, 1/2 scorza grattuggiata di limone.
Ingredienti per decorare: 2-3 manciate di pinoli (vi consiglio di mettere i pinoli a bagno in acqua fredda per 10 minunti, questo impedirà di farli bruciare eccessivamente in forno), zucchero a velo per servire.
Preparazione
Per la crema, in un pentolino sbattete i rossi d'uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice e chiaro. Aggiungere lentamente la farina continuando a mescolare per ottenere un composto liscio senza grumi. Unite il latte tiepido a filo mescolando per far diluire omogeneamente il composto. Aggiungete infine l'essenza o aroma di limone. Mettete su fuoco moderato e portate ad ebollizione mescolando in continuazione con una frusta, fino a che la crema non avrà raggiunto la giusta consistenza. Spegnete e fate raffreddare completamente.
Per la pasta frolla, versate la farina a fontana sul tavolo, aggiungete il burro a cubetti e amalgamate fino a che non avrete ottenuto un composto sbriciolato. Dopodichè aggiungete l'uovo, lo zucchero, la scorza grattuggiata del limone ed un pizzico di sale e lavorate il tutto fino ad ottenere una massa omogenea e liscia. Formate una palla, copritela con un foglio di pellicola e lasciatela riposare per almeno 1/2 ora in frigorifero (quanto più è fredda, più si lavora con facilità).
Fate scaldare il forno a 180° (è indifferente se in modalità ventilata o statica) e nel frattempo prendete uno stampo del diametro di ca 24-26 cm (
per questa torta vi consiglio quelli a cerniera perchè rendono più semplice l'estrazione), imburratelo ed infarinatelo.
Con il matterello stendete la pasta frolla fino a farne una sfoglia sottile (1/2 cm ca di altezza), con cui rivestirete lo stampo andando anche oltre i bordi. Bucherellate la pasta sul fondo con una forchetta e distribuitevi la crema fredda, livellandola. Dopodichè rivoltate verso l'interno i lembi di pasta frolla adagiandoli sulla crema, in modo da ottenere un bordo largo. A questo punto distribuite i pinoli (ovviamente sgocciolati se messi in ammollo) sulla crema, premendovi sopra leggermente, poi mettete la torta in forno a cuocere per 40 minuti. Una variante nella decorazione potete ottenerla, così come ho fatto io (vedete foto), pestando grossolanamente metà dei pinoli a mò di granella che distribuirete, insieme a quelli interi, sulla crema.
Una volta cotta, tiratela fuori dal forno e fatela raffreddare. Toglietela dallo stampo facendo attenzione a non danneggiarla. Mi raccomando spolverizzate con abbondante zucchero a velo solo prima di servirla.
Per gustare in tutta la sua bontà questa torta, vi consiglio di lasciarla riposare in frigo per una notte e tirarla fuori un'oretta prima di servirla.
Ovviamente se non riusciste ad attendere, va da sè che la torta è buona lo stesso!!!

gnammi gnammi a tutti :P

1 comment:

Stefano said...

Non sono un grande "amante" dei dolci ma dalla descrizione e dalla foto sembra ben fatto. Tutt'alpiu' posso "assaggiare" :-D

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...