07 July 2007

Riso, Cozze e Patate al forno


E' da un bel pò che non posto, ed il motivo è presto svelato: sono ostaggio dell'affascinante dolcefarniente ! :D
Sto cercando di rilassarmi e ricaricarmi il più possibile, per poter affrontare in piene forze i prossimi mesi, che mi vedranno di nuovo sola in terra d'Olanda :D .
Posso permettermi questo GRAN LUSSO perchè ho dei genitori semplicemente STRA- OR- DI- NA- RI !!!
E sì, la mia Rosi, alias nonna beat-sprint (un nome un programma: non sta un minuto senza far niente!), ci coccola da matti, sembra di stare in un Relais a 5 stelle extra lusso!
E' una SuperWonderWoman: donna, moglie, mamma, nonna amorevole. Tutto incluso, chiavi in mano! :D
E Alduccio, non è da meno. E' lui che fa la spesa e, ogni volta, torna con le borse piene di ogni ben di Dio e anche di più.
Una delle sue specialità è di trovare l'impossibile. Qualsiasi cosa gli si chieda, di sera tardi, di mattina presto, di domenica,
il primo dell'anno: il nonno la trova!
I suoi motti: "dimmi che vuoi il ponte di Brooklyn e sarà tuo. Se nel frattempo l'avessero venduto lo andrò a rubare per te!" oppure vista la sua passione per la Rossa: "Vuoi una Ferrari station wagon? Sarà tua!". Resa l'idea, no?! :D
Per il pane e affini, poi, ha un dono speciale. Non so come faccia, ma ogni giorno trova qualche specialità sfiziosissima: pane di patate, pane cotto nel forno a pietra di 300 anni, pane di Altamura, pane di Casarano, tarallini all'olio d'oliva che si sciolgono in bocca, frise di grano, focacce ripiene, focacce baresi, brindisine, leccesi, pucce con le olive (panini con le olive tipiche di questa zona), pucce con i pomodori, etc. etc. etc.
No wonder che il suo alias sia uomo del pane! :D
Fatta questa doverosa premessa, vi confesso, vergonandomi un pò :P, che a me, giornalmente, non resta altro che rispondere a questa domanda
riguardo al menù (che vi trascrivo così come mi viene posta in dialetto, dai supergenitori) : "qualche spilu?" = qualche voglia/desiderio particolare? :D

Oggi, visto anche che temperatura e umidità sono finalmente scese a livelli normali, è stato il turno del piatto simbolo della mia città Brindisi (invero lo è anche di Bari): Riso, Patate e Cozze al forno.
La ricetta originale, come si evince dal nome, prevede il riso o in alternativa le zucchine.
Io, però, preferisco la versione preparata solo con cozze e patate, perchè trovo che in questo modo si esaltino di più i sapori.
Viste le quantità, si tratta ovviamente di un piatto unico, anche se il bis, vi assicuro, è automatico!
Qui di seguito la ricetta della magica Rosi.

Ingredienti x 8-10 persone: 2 kg di cozze, 2kg di patate, 200 g di pomodoro a pezzettoni, 1 cipolla grande, 3 spicchi d'aglio finemente tagliato, 2 manciate abbondanti di prezzemolo tritato, 200 g di Parmigiano grattugiato, 1/2 bicchiere di vino bianco, 200g di pan grattato, 100 ml circa di olio d'oliva, sale e pepe nero macinato fresco, acqua q.b.
Preparazione
Pelare e tagliare le patate a fette spesse 1/2 cm e porle in un contenitore capiente. Aggiungere il vino bianco, 2 spicchi d'aglio finemente tritato, una manciata di prezzemolo tritato, i pezzettoni di pomodoro, due manciate di Parmigiano e 3 di pan grattato. Mescolare il tutto, infine aggiungere 60 ml circa di olio d'oliva, sale e pepe quanto basta. Lasciare marinare, in questo è il trucco di un'ottima riuscita!
Nel frattempo raschiare e lavare accuratamente le cozze sotto l'acqua corrente, metterle in una pentola e farle aprire a fuoco vivo per qualche minuto. Non devono cuocere, ma solo aprirsi. Lasciare riposare nella pentola con l'acqua di fuoriuscita.
Dopodicchè cospargere un'ampia teglia da forno con un'abbondante spruzzata di olio e la cipolla tagliata grossolanamente a mo' di mezza luna e disporre metà delle patate precedentemente preparate. A questo punto eliminare dalle cozze le valve vuote e disporre quelle piene sulle patate. Cospargere le cozze con 1 spicchio d'aglio finemente tritato, un pò di prezzemolo, una manciata di Parmigiano, pepe macinato fresco, un pizzico di sale e un goccio d'olio.
Se voleste preparare la versione con il riso, cospargere uniformemente,
a questo punto, le cozze con circa 300 g di riso crudo.
Finire coprendo le cozze con l'altra metà delle patate e la salsa di marinatura. Da un angolo della teglia (per evitare di "lavare" via il condimento) aggiungere l'acqua di cottura delle cozze avendo cura di filtrarla. Quest'acqua servirà a far cuocere uniformemente le patate (ed eventualmente il riso) e deve arrivare in superficie facendo attenzione a non sommergere le patate stesse.
Se l'acqua di cottura delle cozze non dovesse essere sufficiente, aggiungere acqua fino alla quantità necessaria.
Cospargere le patate con una manciata abbondante di Parmigiano grattugiato e mettere in forno (modalità ventilata o statica) preriscaldato a 180° per un'ora abbondante.
Il tempo di cottura potrebbe variare a seconda del tipo di forno. Il risultato da raggiungere è la cottura perfetta delle patate, una superficie dorata e croccante e un sughetto di cottura cremoso. Servire caldo.
Non resta altro che leccarvi le dita!

gnammi gnammi a tutti! :P

10 comments:

Giovanna said...

questa foto sembra la copertina di un libro... di cucina.... ovvio!
bellissima anche la ricetta, le mie prove (a caso) di riso cozze e patate sono state un disastro!

Cuocapercaso said...

Ciao!! si, è anche una ricetta del barese, terra da cui provengo...che buona ...che profumi...
senti un po'...ma non è che mi presteresti i tuoi suoceri????
:-)))
buon relax!!!
ciao ciao

Grazia

Excalibur said...

Che meraviglia, relax, genitori super e mangiate come Dio comanda!ti invidio da morire :)Mamma che buone devono essere quelle cozze!Fame!

cuochetta said...

cara DoDo
a parte la leccornia del piatto proposto che mi mabda in brodo di giuggiole, ti rispondo qui all'amletico dubbio tuo e di tua sorella... per la vera Focaccia barese vai da Valentina e vedrai che non ti pentirai! Clicca QUI!

SenzaPanna said...

La tiella di riso e cozze!!! Buona!

Anche la tua versione deve essere ottima immagino.

:-)))

fabdo said...

Giovanna: grazie per il complimento alla foto! Davvero gradito:D
La food photography è davvero un mondo a sè stante, è difficile riuscire a fare delle foto di cibo che non siano "piatte" e che ti facciano venire voglia di mangiare solo a guardare!
Io ci provo, i risultati non sono sempre dei migliori, ma non fa nulla: sbagliando s'impara, no?!
Anche perchè a usare i photo editor siamo tutti bravi! Che ci vuole? Basta fare un giretto fra i food blog più "in & chic", per farsi un'idea: si compete a suon di effetti bellissimi sì, ma pur sempre artificiali!
Non è quello ad interessarmi.

Tornando a questo piatto, non appena hai la possibilità, prova la ricetta della mia Rosi.
Ti assicuro che non rimarrai delusa!
E poi, materia prima di primissima scelta e capacità ne hai da vendere!:D


cuocapercaso: ti presto volentieri la Rosi e Alduccio :D (sono i miei super genitori).
Sai, proprio perchè sono così, la nostra famiglia è mooooooolto allargata! :)


excalibur: che cosa volere di più dalla vita?!
Infatti mi sto abbuffando in ogni senso e con tutti i sensi! :D

p.s. TANTI AUGURI!!!! anche da qui, dolce donzella ;)


CuochettAnnamaria: Uèè belle'!!! :D
A chi lo dici! 'Sta teglia è un ricostituente per lo spirito!!!:D

GRAZZZZZZZZZZZZIEEEEEE per la dritta! E poi con te si sa: basta la parola! :D
Quando Madama Pummarola parla, io eseguo immediatamente!
Che ne sai, non appena ho letto il tuo commento, ho telefonato a Maria per comunicarle la "soffiata" :D
Al rientro dalla sua vacanza ci mettiamo all'opera!
Mi è bastato vedere e leggere la ricetta di Valentina, per capire che stavolta ci siamo davvero!!!
GRAZIE GRAZIE GRAZIE !


senzapanna: Benvenuta Daniela! :D
Sì lo è, provare per credere! :D


kusjes e tnx a tutte! xxx
DoDo

elisa said...

ma che bel piatto..beh essendo salentina lo conosco bene..anche se siete voi i creatori..complimenti e goditi le coccole!!!A presto!!
Baci

Vaniglia said...

DoDo, ma lo sai neh che se vieni a Siena un giorno in cui io sono libera un caffettino o qualsiasi cosa ci scappa vero??! ;-D
Famme sapèèèèè cara! Beh, sti wonderparents son da schianto!! Non mi piacciono le cozze, ma anche solo le patate con quella crosticina lì potrebbero farmi raggiungere il nirvana in mezzo secondo!! Poi sponsorizzano pure le gitarelle sociali dei piccioncini...
Baciottoli

Panzallaria said...

gnam gnam gnam...questa ricetta me la copio proprio, mi ispira assai!!!

inoltre ti volevo chiedere: ma i nonni si possono affittare???

;-)

un abbraccio e buon riposo

Panzallaria

Francesca said...

uhmmm come me ne mangerei un piattone ora, io adoro i piatti di mare, sopratutto quando sono preparati con amore enei posti di mare. Baci e buon continuo di vacanze. Ciao!

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...