31 August 2007

Moonstruck...nonchè lunatica.

Vincent Van Gogh - "Sterrennacht", 1889 (Notte stellata)


Vaga, serena, graziosa, contenta, cara, benigna, queta, cadente, fortunata, paga, silenziosa, candida, intatta, solinga, pensosa, muta, grande, recente, diletta… luna.


(tratto da Alceta e Melisso, Canto notturno di un pastore errante dell'Asia, Il sabato del villaggio, La sera del dì di festa, La vita solitaria, Ultimo canto di Saffo di Giacomo Leopardi)


28 August 2007

Una rondine non fa primavera!


Andy Warhol - Big Torn Campbell’s Soup Can (Pepper Pot), 1962

Contesto: davanti alla televisione. Mandano la pubblicità.
Immaginate una voce maschile matura e rassicurante che, con un sottofondo musicale fiabesco accompagnato da bei fotogrammi descrittivi, così recita:

Beweeg me, open me, ontroer me, kietel me, zie me, pas me, bescherm me, wek me, omarm me, kies me, mis me, schrijf me, ontdek me, vergeet me, verhit me, beschilder me, verwoest me, verwonder me, verveel me, erken me, amuseer me, troost me, weersta me, begrijp me, zoek me, kus me, draai me, verfris me, betover me, drink me!

^-^ Oops... questo è quello che dice:
Muovimi, aprimi, mescolami, solleticami, guardami, provami, proteggimi, svegliami, disarmami, sceglimi, senti la mia mancanza, scrivimi, scoprimi, dimenticami, riscaldami, dipingimi, distruggimi, meravigliami, annoiami, riconoscimi, divertimi, consolami, resistimi, comprendimi, cercami, baciami, girami, rinfrescami, sorprendimi, bevimi!
Mmm... Però! Bello, mi dico... Sono curiosa, molto curiosa di vedere cosa questa perfetta combinazione di musica, immagini e parole, hanno sapientemente scandito... La suspence cresce, e cresce, e cresce fino a sgonfiarsi miserevolmente quando finalmente viene svelato l'oggetto della reclame: una bibita!!!! O_O

Ma, di grazia, con tutta l'immaginazione di questo mondo, può una bibita con le bollicine, buona per quanto possa essere, generare QUESTE emozioni ?_?

Mah... e io che mi pensavo....


22 August 2007

Piccoli piaceri della vita



Mentre stendevo il bucato oggi, mi sono sorpresa a sorridere affondando le mani nei panni umidi che profumavano di freschezza. ^-^
Quanti piccoli piaceri popolano la nostra quotidianità.
Istanti di puro e innocente godimento. Piccole gocce di piacere che, di tanto in tanto, ci risvegliano i sensi regalandoci momenti di incantevole benessere...

  • Adoro aprire il sacchetto o barattolo di caffè e inspirarne l'aroma intenso.
  • Mi diverto a passare con la macchina nelle pozzanghere d'acqua dopo la pioggia.
  • Al supermercato mi piace aprire i detergenti per scoprirne il profumo.
  • Il primo cucchiaino di Nutella e soprattutto "schucchiaiarmi" il vasetto, tutto intorno, quando è già quasi vuoto.
  • Impastare il pane e il suo odore non appena sfornato.
  • Le prime pagine di un libro. Così pieno di promesse.
  • Aprire le finestre appena sveglia, per gustare l'odore del giorno che inizia.
  • Affondare le mani nella terra e lavorarla.
  • L'odore di Poppi.
  • Pescare i ricci di mare, pulirli e mangiarli seduta sugli scogli.
  • Farmi incantare dalla luna.
  • Bagnarmi i piedi con/nell'acqua fredda.
  • Ricevere commenti sul mio Blog :)
  • Il suono della pioggia.
  • L'odore dei wafels/poffertjes per strada.
  • Claire de Lune di Debussy.
  • Guardare le nuvole.
  • Ricevere posta.
  • Inzuppare il panettone nel caffè latte.
  • Guidare da sola.
  • L'odore dell'erba appena tagliata.
  • Le sorprese. Quelle belle. :D
  • Il primo slurp del gelato alla nocciola e al Bacio di Martino. :P
  • Pensare ad un regalo/sorpresa e immaginare l'effetto che farà.
  • Il vento fra i capelli.
  • Il silenzio che ti parla.

Queste, fino ad ora, le mie piccole dolcezze del vivere che trionfano raggianti, nella loro semplicità, alla frenesia dei giorni che corrono.


17 August 2007

Superstitiònem: non è vero ma ci credo (?)

E loro?

“La superstizione porta sfortuna.”
~ Umberto Eco

“La superstizione è un'insana paura di Dio.”
~ Marco Tullio Cicerone

“Superstition is poetry of life, so that it does not injure the poet to be superstitious.”
~ Johann Wolfgang von Goethe

“Superstition is to religion what astrology is to astronomy: the mad daughter of a wise mother.”
~ Voltaire

“The root of all superstition is that men observe when a thing hits, but not when it misses.”
~ Sir Francis Bacon

“Superstition sets the whole world in flames; philosophy quenches them.”
~ Voltaire

“There is superstition in avoiding superstitions.”
~ Sir Francis Bacon

“Fear is the main source of superstition, and one of the main sources of cruelty. To conquer fear is the beginning of wisdom.”
~ Bertrand Russell

“Common sense is not so common.”
~ Voltaire

14 August 2007

Insalata di fagiolini



Durante il soggiorno italiano, come sapete, la Rosi ci ha viziato tutto il tempo, soprattutto con i suoi deliziosi manicaretti!
Nei giorni di temperature sahariane (nel profondo Sud abbiamo toccato e talvolta superato i 47°!!!!!!!!!!), però, la voglia di mangiare fresco e di stare il meno possibile in cucina l'hanno fatta da padroni.
E da qui l'idea, stavolta mia, di questa insalata di fagiolini semplice, fresca fresca e stuzzicante!

Ingredienti per 4 persone: 500g di fagiolini, 1 cipolla rossa piccola, 125ml di panna fresca, 1 cucchiaio scarso di aceto balsamico, sale e pepe.
Preparazione
Pulire i fagiolini che dovranno essere lessati. Per far mantenere loro un colore verde vivo, io seguo questo procedimento: far bollire l'acqua, salare e poi calare i fagiolini. Farli cuocere al dente, scolarli e immediatamente dopo buttarli in acqua gelida (anche con cubetti di ghiaccio dentro), dove rimarranno per un paio di minuti. Questo bloccherà la cottura ed eviterà il processo di ossidazione che altrimenti darebbe ai fagiolini quel colorito verde spento, da rianimazione, che non è dei più invitanti. :D
Per il condimento: in un bicchierone mettere la panna fresca, l'aceto balsamico, sale e pepe q.b. ed emulsionare il tutto.
Affettare la cipolla finemente a mo' di semiluna.
Condire i fagiolini con la salsa preparata, girarli con cura per farli amalgamare. Servire con un pò di cipolla e del pepe nero macinato fresco: e il gioco è fatto!

gnammi gnammi a tutti! :P


09 August 2007

ritorno al futuro

Johannes Vermeer - Het meisje met de parel, 1665-1667
(La ragazza con la perla)

Tempo di preparativi al "contrario", di valigie, di saluti e anche lacrime...

Non sembra vero, ma sono passati già due mesi da quel rocambolesco arrivo in Patria.
E' tempo di migrare! ;D Di ritornare a casa tua, alla quotidianità, alle cose che ti sono familiari in un altro modo.
Il tempo di ricevere un ultimo abbraccio dalla tua casa natale, da chi ami e dagli amici nel cuore e si va.
Un pò triste, è vero, ma piena dentro di ciò che ami e che sai sarà tuo compagno fedele proprio quando più ne avrai bisogno.

Ritorno al mio futuro.

04 August 2007

Anything to declare?


Oggi a tavola eravamo in vena di aneddoti e poi si sa: in vino veritas! :D
Questo uno dei tanti.

Quando Erre, il mio olandese volante, è giunto inta o' Paese d' 'o Sole un mese fa, nella zona transiti voli internazionali dell'Aeroporto di Roma prima e, in sala bagagli di quello di Brindisi poi, ha trovato un comitato festante di 3 cani finanzieri, con altrettanti compagni in divisa, all'altra estremità del guinzaglio, a dargli un allegro benvenuto!
Ormai è diventato un rito moooolto pittoresco, perchè mica è la prima volta che succede!

Questi cani ADORANO o forse sarebbe meglio dire ODORANO mio marito dalla testa ai piedi e poi si concentrano sulla sua borsa porta notebook.
E qui comincia la danza frenetica, che i derviches tourners che cantava Battiato, al confronto, sembrano la sirenetta di Copenhagen!!! :D
Fiutano qualcosa, è evidente!
Lo so che state pensando: olandese+borsa+cani impazziti=
:@@@
Dico solo che: la risposta è dentro di voi. E però è sbagliata! ;D (n.d.b.)

Tornando ai cani, la scena è davvero ilare. Dicevo, gli girano intorno come assatanati!
Al che, uno dei compagni in divisa, rivolgendosi ad Erre dice: "Do you have drugs? Marijuana, hashish, cocaina, eroina, LSD, XTC? This is not a problem, eh!"
Erre con i 3 cani praticamente addosso che VOGLIONO la borsa: "No. I don't have anything."
F(inanziere): "Where do you come from?"
R: "Holland... Olanda." (nel suo poco italiano)
F: riflette un attimo e poi dice, con un sorriso sornione: "Ahhhhhhhhh! Olanda, Olanda!! Sì, ok ok...you can go, no problem! Ciao!"
Va detto che tutte le volte precedenti, nonchè all'arrivo qui a Brindisi, alle domande è seguita, giustamente, anche un'ispezione accurata della borsa "sospetta":)

Per svelare l'arcano, se dicessi che l'olandese volante e io facciamo uso di mariu' sarebbe più sbrigativo e facile. La verità invece, pur potendo risultare incredibile, è un'altra! :D
Ad essere sinceri, anche noi abbiamo dovuto pensarci su, prima di trovare una spiegazione plausibile all'accaduto. E l'unica è questa.
Allora, l'ufficio di Erre è situato in un palazzo degli anni '40, nel centro di Rotterdàm. Proprio sotto il suo studio, all'angolo, ha sede un CoffeeShop!!!
Per chi lo ignorasse, trattasi di negozio tipico olandese dove non si vende caffè ma fumo.

Piccola nota informativa: in Olanda le droghe leggere non sono legalizzate ma ‘tollerate’ se consumate in modo discreto. I CoffeeShop (si individuano dalla tipica etichetta verde con la scritta "COFFEE SHOP" che per legge deve essere posta sulla loro porta di ingresso) possono tenere fino a 500 grammi di marijuana e venderne fino a 5 grammi ad un cliente (purché maggiorenne).
Limiti e restrizioni non sono sempre rispettati.

Tornando al racconto, la struttura portante, di questo palazzo, essendo antica, è realizzata in legno, per cui i pavimenti, anch'essi in legno, traspirano.
Nel nostro caso la traspirazione è, diciamo, altamente aromatica. :D

Invero anche nell'atrio e sulle scale del palazzo, il caratteristico odore è davvero pungente, tanto che una sosta più lunga, provoca sensazioni da "sballo" :D

La borsa di Erre, svuotata del laptop, è regolarmente appoggiata sul pavimento, e qui assorbe come se fosse una spugna, tutti gli aromi che si profondono dal negozio sottostante.
Al nostro olfatto, quell'odore non è percettibile, ma a quello dei cani ovviamente non sfugge!

Robe d'Olanda! E dire che noi non fumiamo nemmeno! :D

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...