10 September 2007

Li pipini diavulicchi



Ogni volta che mi arrivano pacchi e pacchetti dall'Italia è una vera festa per me!
In una di queste scatole, fra le tante cose, c'erano i pipini diavulicchi (letteralmente: peperoncini diavoletti) della zia Dora.
Il nome dovrebbe dirla tutta! Li coltiva lei, e dire che sono piccanti è un eufemismo!
Noi siamo soliti usarli, come extra condimento ai sughi, oppure nei panini (tipo: pane casereccio, mortadella, provola extra piccante e pipini... mmmmm :P), sulle frise condite con pomodorini, sale e origano basta aggiungere qualche goccia di olio diavulicchio e gnam!! ^_^
A chi piace il piccante, li userà secondo i propri gusti e fantasia.
Questi pipini li ho preparati seguendo meticolosamente la ricetta di zia Dora...

Ingredienti: 1/2 kg di peperoncini freschi, sale e aceto di vino bianco quanto basta. Per il condimento: aglio e menta (a proprio piacimento) e olio extra vergine d'oliva.
Preparazione
Pulire i peperoncini,
rimuovendo anche il peduncolo, con uno strofinaccio morbido e asciutto. Non usare acqua!
Tagliarli con una forbice per corto in tanti anellini e metterli in un colapasta, alternando con del sale grosso.
Mescolare il tutto e lasciare a macerare per 10-12 ore, girando di tanto in tanto con un cucchiaio.
Passate le 10-12 ore, i peperoncini avranno perso un pò di acqua, sbatterli nel colapasta per eliminare quella rimasta e metterli in una coppa capiente.
Aggiungere un bicchiere di aceto, mescolare e lasciare marinare per un ora. Dopodicchè scolateli bene, eliminando ogni liquido in eccesso.
I peperoncini sono così pronti per essere messi in vasetto. Cominciate con quanche foglia di menta fresca e una o due fettine di aglio sul fondo (a seconda dei vostri gusti, naturalmente), coprire con un pò di peperoncini e continuare seguendo lo stesso ordine fino ad arrivare quasi all'orlo del vasetto. Riempire con olio extra vergine d'oliva, avendo cura di coprire completamente i peperoncini. La vostra conserva di pipini diavulicchi è pronta! Potete già gustarli dopo qualche giorno: sono BUO-NIS-SI-MI!!!
Tre consigli:
1. quando li tagliate usate dei guanti! Io non l'ho fatto e nonostante mi sia lavate le mani innumerevoli volte, il piccante è rimasto per due giorni nelle mani!! Il mio occhio ne sa qualcosa! @_o
2. Usate vasetti non troppo grandi, quelli da 250ml circa sono perfetti. Per finire un vasetto troppo grande ci vuole tempo e i pipini, una volta aperto il vasetto, perderebbero la loro croccantezza.
3. Dopo aver riempito i vasetti di olio, aspettare un paio d'ore prima di chiuderli. Vi accorgerete che il livello d'olio sarà sceso.
Importantissimo
è che i pipini siano completamente coperti di olio sempre! Questo vale anche quando, avrete aperto un vasetto per gustarli. Coprite sempre con dell'olio quelli rimasti nel vasetto. Tanto l'olio, come ho detto prima, non va mica buttato: è deliziosamente aromatizzato con tutti i sapori contenuti nel vasetto e naturalmente diavulicchio pure lui! ^_^

gnammi gnammi a tutti! :P

21 comments:

The Food Traveller said...

Mmm .... bombe piccanti!!! Ottimi!

Giovanna said...

non solo l'olio non va buttato... ma è piccantissimo e basta usarne un goccio per rendere piccante un piatto di pasta:) avevo intenzione anch'io di postare la ricetta (+ o - uguale) :P
kusje

Alex e Mari said...

Ma guarda che bei diavoletti! Adoro il piccante perfino nei dolci, figurati! Ho giusto comprato un mazzetto di peperoncini freschi, rossi. Io ci provo con quelli, poi ti dirò. Küsschen, Alex

fabdo said...

Mr.tft: "bombuoniccantissimi"!!! :)

giovanna: telepatia culinaria ?!:)
Lo dici a me?!! ^_^

Alex: anche io! :p
E poi è un modo veloce per prepararli (senza sotto vuoto, etc.) e la fragranza resta intatta!
Provaci e fammi sapere, schatje! ^_^

p.s. ma non è che li hai pagati 24 euri per caso eh?!! Spendaccionaaaa!!!! ^_=


kusjes ^.^ a tutti

Simona said...

Io parlo di peperoni e tu di peperoncini: pare che fossimo su una lunghezza d'onda vegetale simile. Il nome dei tuoi peperoncini e' troppo simpatico!

Gelatoallimon said...

Ah, io li feci senza usare i guanti. Poi andai a fare la pipí, e fu un fatale errore....

fabdo said...

simona: ho notato! ^_^
Nome tipico del mio dialetto salentino :)

GaL: ahia iaia iai!!!! O_o
Sul fatale non ho dubbi!!!! ^_=

Il Mari said...

Vediamo se ho imparato la lezione:
peperone=peperone
peperone(je)=peperoncino

Quindi i peperonije di zia Dora devono essere squisiti.

Ehm... ma è vero che sono anche afrodisiaci?

P.S. come si fa il plusale?

The Food Traveller said...

dialetto salentino???
Non e' che siamo emigrati dalle stessa regione ?????

fabdo said...

mari: certo che sei troooooppo forte! :DDD
Ahhhh, se fosse così facile il Bialettese ^_^
Sul "je" hai ragione, però! E' la desinenza per i diminutivi, che qui usano come l'aria che respirano!
Tutto è "je", anche le cose che sono già piccole diventano "je"!
Sui plurali, sorvoliamo che è meglio!
Vedi, il fatto è che in Nederlandese, ci sono pochissime regole grammaticali di riferimento, e per quelle che ci sono, troverai 2000 eccezioni!O_O
Comunque per tornare alla tua Prova linguistica, la corretta traduzione di peperoncini è: kleine spaanse pepertjes.

Be', non è una novità che i peperoncini per il contenuto di numerose vitamine (A, C, PP, E, K, P), sali minerali ed enzimi abbiano numerose proprietà terapeutiche.
Sono degli ottimi antisettici, antiossidanti, hanno un'azione emodinamica, favoriscono la digestione, equilibrano la pressione arteriosa, etc. etc. Magari facciamo un post ad hoc sulle proprietà di questo capolavoro della Natura.
Di afrodisiaco, personalmente per quanti ne mangio, posso dirti che non hanno proprio nulla...pura leggenda culinaria quindi... ^_^

Tot gauw Mari de bouwer! ^_^ (è facile)

Mr. tft: Puglia-->Brindisi-->Rotterdam (one way) ^_^ E tu?

groetjes ^_=

nini said...

Ciao, scopro il tuo blog, bello, mi piace!
Poi mi tocca sempre quando trovo qualcuno un po' comme me, che vive lontano dal suo paese.
Come ti capisco quando dici che è un grand piacere ricevere pacchi dall'Italia!...Io "comando"le cose che mi mancano alla mia mammina...ahh..la mamma!
Beh, per il momento ti saluto, ma tornero presto...a leccarmi i baffi!

Il Mari said...

Uuuu mamma... kleine spaanse pepertjes che difficile!
Meglio pipini, è più facile e sicuramente più piccanti.
Per le leggende culinarie consiglio il libro: Nel giardino del diavolo: storia lussuriosa dei cibi proibiti di Stewart L Allen
Per le proprietà, voto un post.

Opps! Mi sento interrogato, Vediamo Tot gauw Mari de bouwer! significa Presto il Mari finira di costruire. Se ho tradotto giusto, spero proprio di finire presto.

Io: padre calabrese, mamma veneta
Veneto-->Padova-->Piemonte-->Torino
Per lavoro e svago ho girato tutta Europa e un po' di mondo, ma non sono mai stato a Rotterdam.

Tot weerziens (spero di non aver scritto una cavolata)

elisa said...

conosco molto bene le potenzialità dei pipini diavulicchi!!Mi piacciono tanto..anche sulle friselle..mhhh!!!
cmq..salento forever..vedo che ce ne sono tanti di salentini..tu fabdo di dove sei? Io di Maglie..you know?

The Food Traveller said...

Taranto-Pisa-Londra-Eindhoven-Turnhout

Io l'ho presa alla larga ... anche perche' sono nato a napoli, ma cresciuto a Taranto.

fabdo said...

nini: ciao e bentrovata! ^_^
Lo so, lo so, cosa faremmo senza mamme!
Devo dire, ad onore del vero, che anche mia sorella non è da meno in quanto a pacchetti :)
Grazie per i complimenti!
E torna, ti aspetto! ^_^

mari: se continuiamo così mi sa che devo aprire un capitolo a parte "Dutch Class"! ^_^
Grazie intanto per il gradito consiglio di lettura: il titolo già mi piace! ;)
Per il post sul peperoncino aspettiamo gli altri che dicono? :)

Mari de bower = Mari il costruttore (ho parafrasato un cartone animato "Bob the Builder" che in italiano credo sia tradotto come "Bob aggiustatutto").

Mi sorprendi sempre più...ci sei andato vicinissimooo !
tot ziens = arrivederci
tot gauw = a presto
^_^

elisa: li diavulicchi 'na bontà!
Io di Brindisi, ma le origini materne arrivano sino a Casamassella ^_^
E certo che conosco Maglie!!! :)
Salento nel cuore! ^_=

Tft: Francesco, le origini sono più o meno quelle, e la destinazione anche!
Poi dici le coincidenze... ^_^
Io avevo capito che vivessi a Londra!
Quindi parli anche tu il Bialettese? ^_=

baciotti ^.^ a tutti!

The Food Traveller said...

Piu' o meno.
Vivevoa Londra ... ora in Belgio ... in futuro non so!

Excalibur said...

Questo piccantissimo regalo mi ricorda tanto la mia mamma che va matta per i peperoncini, li mette dovunque e li mangia pure a morsi..;)

cuochetta said...

cara la mia pipina diavulicchia... a poco a poco sto riprendendo il ritmo!
un bacio enorme notturno!

fabdo said...

Mr.Tft: come si dice...
"Home is where the Love is..." ^_^

Fran: be' la mamma ha ragione!!! ^_= So' bòòòòòni! ;p
(Spero stia meglio ora ^_^)

Anninaaaaaaa: bentornataaaa carissimissima! ^_^
Lo so, lo so...a noi toccano 'sti orari notturni! ^_=
baciozzo anche a te e la petite ^.^

CiaoCiao a tutti! ^_=

Mimmo said...

wow!!!!
io adoro il piccante....
sbav sbav!

;)

fabdo said...

Mimmo: allora non ti resta che metterti a lavoro, la ricetta ora ce l'hai! ;)
Mi raccomando non dimenticarti i guanti!!!!

CiaoCiao ^_^

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...