08 October 2008

a tutta dritta verso l'isola che non c'è...

Me lo devo, e lo devo a chi di voi mi ha seguito finora.
Questa finestra ho deciso di chiuderla. Il motivo principale è che trovo che in questo ambiente l'aria che si respira non sia molto fresca.
Tanta finzione, competizione, ipocrisia... Troppa.
Certo, e che mi aspettavo il paese delle meraviglie?! Forse sì.

Come ho più volte detto, questo blog è nato per ragioni puramente egoistiche: volevo qualcosa di mio ma che al tempo stesso mi facesse da cassa di risonanza.
Ero in una fase della mia vita in cui avevo bisogno di sentirmi LIBERA, ascoltata, lusingata, stimolata, coccolata, VIVA e pulsante al di là delle quattro mura di casa che mi soffocavano.

All'inizio è stato proprio così. Ricordo ancora l'emozione nel leggere i primi commenti a ciò che avevo scritto. Lo scoprire che i cerchi creati dal mio sassolino gettato nell'acqua delle parole, potevano ed avevano raggiunto altri mondi paralleli e qualche volta intersecanti il mio...
Mondi che a loro volta celavano menti e anime affini alle mie e che naturalmente hanno varcato il confine del virtuale ed ora esistono prescindendolo.
Poi è iniziato il carosello dei commenti inutili, vuoti, alla: "Ciao amoretesorocarissimadolcissimabellissima, che meraviglia...bla bla bla"= io sono venuta/o, ora passa da me; dei subdoli ricatti "se non mi metti nella tua blogroll, sognati la mia".
Per non parlare della competizione agguerrita fra chi scrive l'argomento più originale ed interessante, ovviamente corredato di immagini megagigagalattiche, o fra chi riceve più commenti.
La parte più stucchevole è sicuramente la finta modestia di alcuni blogger, soprattutto donne, ahimè. Le "Madri Teresa" de noartri, le "Sante" illuminate dal sacro fuoco di Blogspot, Wordpress e Photoshop! Che pena.
Un mondo piccolo e patetico, insomma.

Ho anche visto in questo anno e mezzo di blog diverse persone che ammiro e stimo, abbandonare il campo e ora, credo di capirne il perchè.
Ammiro chi, fra i bloggers da me seguiti, ha mantenuto e mantiene la propria coerenza intellettuale, senza mai farsi prendere dall'ebrezza del "successo", senza mai svendersi, nè tanto meno prostituirsi. Chapeau!
Io, invece, avendo perso la spontaneità e l'entusiasmo che mi definiscono, ho deciso di fermarmi. Scrivere tanto per riempire una pagina o per cercare consenso rappresenterebbe un insulto a me stessa, prima che ad altri. Un puro esercizio alla sterilità. Da qui il silenzio.
Non ho più niente da dire o da cercare qui, almeno per ora...

Faccio tesoro dell'esperienza (unti dalla blogosfera inclusi) perchè, fra le altre cose, mi ha permesso di incrociare altri naufraghi come me, e di pescare alcune perle che già indosso.
E poi, e poi... a tutta dritta verso l'isola che non c'è, consapevole del fatto che più che la destinazione, per me, è il viaggio che conta...

Buone cose a tutti!

21 July 2008

Fraffè


Last minute (visto che scade oggi, prorogato fino al 31/7!), partecipo al meme L'angolo del caffè, che Imma ha lanciato in occasione del suo 1° blogcompleanno.




Non sono una fanatica del caffè, ma ad un buon cappuccino, ad un caffè in ghiaccio come usa dalle mie parti, o un espressino non saprei rinunciare :)
Per fortuna ho un marito che, pur essendo olandese, è un grande estimatore del caffè all'italiana e non delle varie ciofeche d'Olanda.
A riprova di questo, vi basta sapere che quando sono arrivata io, ho trovato già a mia disposizione una macchina espresso italiana. Poi, non appena mi è stato possibile, gli ho regalato la macchina espresso dei suoi "sogni", semi-professionale, proprio come quelle dei bar in Italia! :) Quindi, il buon caffè non manca mai a casa nostra! :)
Tornando al meme, la mia proposta è semplice, veloce nonchè deliziosa. Per me è un must soprattutto d'estate.
Vi presento il mio fraffè = un frappè al caffè ^_^


Ingredienti per un bicchiere grande (come in foto)
1 bicchiere di latte intero freddissimo (circa 250 ml)
1 cucchiaino colmo di caffè liofilizzato (io uso sempre il Nescafè Gold)
1 cucchiaio di sciroppo di vaniglia oppure un cucchiaino di essenza di vaniglia
corallini di cioccolato fondente e qualche cubettino di caffè ghiacciato per servire

Preparazione

In un frullatore o in uno di questi, mescolare velocemente il latte e il caffè fino ad ottenere un liquido cremoso e spumoso.
Inumidire con un pò di sciroppo di vaniglia (in mancanza, con una soluzione densa di acqua e zucchero) il bordo di un bicchiere, poi passatelo nei corallini di cioccolato fondente. Dopodiché versare lo sciroppo di vaniglia nel bicchiere, aggiungere qualche cubetto di caffè ghiacciato e per ultimo il frappè di caffè. Il gioco è fatto! E' buonissimo, ve lo assicuro!!! ;D

n.d.Do. Naturalmente, in alternativa al caffè liofilizzato si può usare un espresso ristretto. Personalmente preferisco il caffè liofilizzato che dà un sapore più intenso al tutto.
Come avrete notato dagli ingredienti, non uso zucchero anche perchè lo sciroppo di vaniglia è già dolce di suo. Ovviamente anche qui de gustibus non est disputandum, pertanto chi amasse le cose più dolci non ha che da sbizzarrirsi :D

Cin Cin ^_^

09 July 2008

Una risata al giorno...


toglie lo stress di torno ?!?! O_o
Che siccome ho una tensione addosso che potrei illuminare tutta l'Europa, è meglio che mi distraggo e non ammorbo anche voi con le mie agitazioni, delle quali, comunque, presto vi aggiornerò. Detto fra noi, ho, al riguardo, un piano d'attacco! ^_=

L'altra sera mi è venuto incontro questo indovinello, che non ho indovinato ma che ho trovato molto divertente e perciò ve lo propongo:

Su cosa ci si siede, si può dormire e lavare i denti?

A voi la palla :)
Per i premi e cotillons all'indovinatore/trice, lascio anche stavolta la decisione a voi tutti, mio popolo sovrano :)
Quindi nei commenti, vi prego di indicare, oltre alla soluzione, anche cosa vi farebbe piacere ricevere da me come premio ;)

kusjes ^.^

27 June 2008

Orecchiette con ricotta, rucola e pomodorini grigliati




A gentile richiesta e con enorme piacere, posto una ricetta. Tutta in vostro onore e per ringraziarvi di esserci! :))
Avrei voluto dedicarvi un dolce, poi, ricordandomi delle temperature tropicali italiche di questi giorni, ho optato per un piatto fresco, veloce e buono buono, tipico della mia terra, la Puglia :D
Billa, papa Ronald e mamma Matilla, manco a dirlo, ne vanno pazzi! ;)
Provare per credere?!!! :p
Buon fine settimana a tutti! ^_^


Ingredienti per 6 persone:
500 g orecchiette, 300 g ricotta, una ventina di pomodorini ciliegia, un mazzetto di rucola, qualche foglia di basilico, olio extra vergine d'oliva, sale e pepe quanto basta.

Preparazione
Preriscaldare il forno a 200° (funzione grill). Tagliare i pomodorini a metà, disporli su una teglia da forno. Condirli con sale e pepe e qualche goccia di olio d'oliva. Infornare e far grigliare per 15 minuti, fino a quando non risulteranno leggermente abbrustoliti.
Nel frattempo cuocere le orecchiette. In una scodella sciogliere la ricotta con qualche cucchiaio d'acqua di cottura della pasta.
Quando le orecchiette saranno cotte al punto giusto, scolarle e metterle nella scodella della ricotta. Amalgamare e aggiugere la rucola e qualche foglia di basilico strappata a pezzetti con le mani. Girare e aggiungere metà dei pomodorini grigliati. Amalgamare, guarnire con qualche pomodorino e foglia di rucola e mangiare subito! :)
Gnammi gnammi a tutti!!

Ciauzzzzzzzzzzzzzzzz ^.^

17 June 2008

Domenica ti porterò...


sul lago... cantava Concato... faremo un giro in barca... possiamo anche pescare...e fingere di essere sul mare... ^_^
Non mi sono ammattita durante la mia lunga assenza, no :)))
Rientro con questa apertura cantereccia per raccontare della mini crociera, sui canali qui intorno, organizzata dai nostri vicini Sandra e Koos.
Io, nota nemica delle barche e di tutto quello che si muove in acqua, mi ero defilata, pregustandomi una domenica in semi-libertà da prole e marito ^_^
Così pensavo, io tapina :) E invece no! :)
Sandra prima, e poi Koning Koos= re Koos (così chiamato da Billa ^_^ che, per via del nome, lo associa ad uno dei protagonisti, Koning Koos per l'appunto, di un programma per bambini "Het Zandkasteel"= il castello di sabbia ^_^) vedendomi salutare tutti mi hanno chiesto "ma tu non vieniiiiiii?!" E io "nooo... in barca sto male, patapim e patapam..."
Loro per tutta risposta hanno detto di muovermi e andare con loro che mi sarei divertita e poi, con una giornata così bella, che dovevo fare a casa da sola??! ^_^
Con questi argomenti potevo tirarmi indietro?! NOOOOOO ^_^ E per fortuna aggiungo! ;D
Ci siamo divertiti un mondo e anche di più! Eravamo in quattordici, Koos, Sandra con Bart, Rosa, Merel e Fleur (4 dei loro 5 figli ^_^), poi c'erano anche Esther, Wilbert con i loro Ruben, Noah e Lucas e naturalmente la sottoscritta Matilla, papa Ronald e Capitan Billa! ^_^
Un'esperienza bellissima per i bambini che l'hanno vissuta come una vera avventura, ma anche per noi grandi. :)
Siamo andati in auto nel paese dove la barca era ormeggiata e poi abbiamo cominciato la navigazione.
Sole splendente, cielo azzurro, verde rigoglioso, paesaggi incantevoli e non ultimo una temperatura intorno ai 28°!!! Non esagero date un'occhiata alle prove :)



Prima fermata kinderboerderij (kinderbuderai)= la fattoria per i bambini e il parco giochi annesso, attaccato immediatamente dai nostri bambini...


Dopo di che ci siamo diretti verso il boschetto e la spiaggetta, per poi ripartire verso casa per fare rifornimento di cose da bere e rinfrescarci un pò...




Ci siamo diretti poi, verso il centro di Enkhuizen che è raggiungibile anche attraverso i canali. Una piccola Venezia del Nord...




Per fare infine rotta verso il punto di partenza. E proprio sulla via del rientro...



e loro...


Non mi sono mai così piacevolmente ricreduta su qualcosa.
La gradevole e gioviale compagnia è stato sicuramente l'ingrediente fondamentale di questa riuscitissima domenica in barca... Per me un evento! :)
Mi sa che l'ho detto in altre occasioni, ma sono davvero felice di aver incontrato queste BELLE persone... Ora sì che mi sento a Casa! :)



25 May 2008

Scrivo uno leggi tre e tanti auguri a me! ^_^

AVVISO AI NAVIGANTI: quello che segue è un post di tutto di più.
Alto rischio di smarrimento: munitevi di bussola! :)))


Donatella 1° Compleanno: me sto' a fa' vecchiaaaaa!!! ^_=

Il 25 aprile dello scorso anno (è passato già un anno e un mese!!!), quando ho intrapreso questa avventura l'ho fatto per puro egoismo. Avevo bisogno di uno spazio mio, solo mio.
Una sorta di camera di decompressione e risonanza. Con il passare del tempo, questa mia dimora, nata virtuale, si è popolata di persone reali che mi hanno saputo sorprendere, ascoltare, criticare, consolare, incoraggiare, commuovere, insegnare...
Insomma una piacevole sorpresa scoprire un mondo al di fuori dal mio che piano piano è diventato parte della mia quotidianità.
Sono davvero contenta e vi ringrazio per esserci. Tutti! ^_^

Un doppio grazie va a chi di voi ha voluto persino onorarmi, sempre in quest'anno di blog, di alcuni premiiiii!!! :)))
Il premio in sè è ovviamente il pretesto, sono le motivazioni quelle mi hanno piacevolmente sorpresa nonchè commosso. E lo sapete ormai che la piaggeria non abita qui. ;) Grazie ancora a

Barbara per questo:







Stefania per questo:








Viviana per questo:




Annina e Viviana per questo:








Francesco, Francesca e Maurizio per questo:




Passando di palo in frasca (vi avevo avvertito però ;D), un bel pò di tempo fa sono stata invitata da Nostra Signora dei Dolci aka Dolcetto, a partecipare al meme delle "6 cose che amo". Poi sono stata invitata al meme "fotografare 5 cose che raccontano di me o che mi stanno a cuore" ma non ricordo più da chi e me ne scuso :)
Ho ricevuto altri inviti ad altrettanti meme ma è passato così tanto tempo che anche questi non li ricordo più. Perdono Perdono Perdono! ;)))
In questo periodo così indaffarato, è già una fortuna se mi ricordo dove parcheggio l'auto!
Ritornando ai meme, ho pensato di fare un remix dei due ed il risultato è questo: "quello che amo... in cinque foto" ^_=

1. Amo i suoi occhi, il suo odore, la sua pelle. Sensazioni profondissime che mi nascono dentro, proprio dove lei è nata.
Amo la mia Isabella.

2. Mi piace cucinare, mangiare e tutto quello che riguarda la buona tavola. Non si era capito, no?! :)
Adoro i libri di cucina e ho una discreta biblioteca culinaria. Sono particolarmente attratta dai libri con foto al seguito. Quelli che, per intenderci, fanno venire l'acquolina in bocca già a guardare! Questo un assaggio :)


3. Amo amare. Sono una passionaria. Le mie emozioni sono spesso travolgenti e le conseguenze non sono da meno ;D


Rotterdam, 05.06.2003

4.
Mi affascina l'arte e tutto quello che le gira intorno.
I miei momenti liberi li dedico anche al crafting spaziando dal cucito, alla pittura, dal decoupage al punto croce, la maglia e l'uncinetto... Se non si fosse capito, mi piace avere le mani in pasta insomma :) e si chiude il cerchio con il punto 2. :)
Mi piace osservare e, se qualcosa mi ispira profondamente, cerco di realizzarla da me.
Le creazioni qui sotto le ho fatte tutte per la nascita di Billa :)


5. Amo la notte. L'oscurità e il silenzio che le appartiene, li sento come un caldo e accogliente abbraccio...sono un posto sicuro dove far riposare i miei pensieri...
Da sempre sono una giraluna :)

p.s. Come sapete, io sono una guastameme certificata :)
Li rilancio e chi volesse raccoglierli nella versione originale o remixata, è libero di farlo ;D

21 May 2008

come in ogni favola...


che si rispetti, non poteva mancare la Regina Cattiva di turno, la più bella del reame insomma.

Che mica sono tutte rose e fiori amici miei, anche qui abbiamo quelli che si credono di essere chissà chi, che ostentano le proprie posizioni lavorative, che sfoggiano dalla sera alla mattina vestiti di marca, che, in quanto persone "mondane", si sentono (a loro dire) pesci fuor d'acqua in questo "paesino di contadini" (e quoto). Ma che, quando si tratta di cose serie, per procastinare si nascondono dietro parole come "modernità" e "simmetria" perchè, in realtà, non hanno un centesimo da spendere.
Lo so, non si capisce molto ciò che dico, ma sto scrivendo a getto di nervi, chiedo perdono.
Purtroppo la "Bella" (si fa per dire) in questione e il suo consorte ombra, sono nostri diretti vicini.
Abbiamo, ahinoi, in comune il patio sul davanti della casa e un lato del giardino.
Ci siamo sentiti e abbiamo discusso sulle varie possibilità e soluzioni comuni ed eravamo più o meno in sintonia. Poi, quando siamo arrivati al clou, li abbiamo persi e i motivi sono ora molto chiari: i soldi.
Ma mi chiedo, è così difficile dire apertamente e schiettamente di avere un determinato budget? Evidentemente per loro lo è, perciò si comincia con le più assurde nonchè patetiche arrampicate sugli specchi.
La casa sapete, è in stile anni '30. La Regina, a suo dire, vuole dare un aspetto moderno al tutto, quindi ha scelto per il patio mattoncini di cemento armato. In una parola: ORRIBILI!!!
Lo so, de gustibus non est disputandum, ma di grazia, se vuoi dare andare sul moderno, perchè ti compri una casa costruita nel 2007 in puro stile anni '30? Booooooooh! 
Il contrasto ci può stare se fatto con criterio, ma, credetemi il suo non è "moderno", è solo BRUTTO BRUTTO! Pace, lei si fa la sua metà e noi la nostra. Caso chiuso.
Per il confine del giardino, stessa storia, solo la scusa cambia: "vorrei che tutto fosse simmetrico" dice la Regina, "a destra ho una cosa, deve essere così anche a sinistra".
Be' certo, ma allora perchè non ti sei comprata una casa indipendente così facevi quello che ti pareva e piaceva upside down, round and round?!
A dire il vero, anche se si hanno dei vicini confinanti, anche nel nostro caso si può decidere di fare quello che si vuole nell'ambito dei propri confini. Questo significa, ovviamente, che ti paghi tutto da solo e non dimezzi le spese.
Nella pratica, soprattutto per mantenere buoni rapporti di vicinato, si discute sempre con i vicini sulle varie possibilità e si viene nell'99% dei casi a compromessi. A noi è capitato l'1%!!
Ho appreso dagli altri vicini, che "symmetrische" (da allora così soprannominata), in pratica ha fatto con tutti loro quello che ha voluto, imponendo, con la sua vocina delicata, quello che voleva lei sin dall'inizio, ma pagando la metà.
Attenzione, questo non significa che gli altri siano dei cretini, significa solo che, per scelta, non hanno voluto iniziare discussioni con qualcuno che, vuoi o non vuoi, vedrai ogni giorno.
Resta il fatto che questo comportamento non è corretto e la prepotenza regna sovrana. Ed è qui che io, sudica D.O.C. letteralmente bbollo con due b!!!!!!
Anche il mio buon senso mi dice di non curarmi di lei, guardare e passare.
E' quello cattivo a preoccuparmi, visto che si è rotto le palle!

p.s. scusate, ma quando ce vo' ce vo'!

12 May 2008

Aggiungi un posto a tavola...

Quante cose tutte in un giorno.

Dopo due mesi e mezzo di soggiorno olandese, i piccolinis ieri sono rientrati in Patria.
Io mooooooooooooooooooooolto triste :((((
Mentre mi aggiravo per casa avvolta nella mia tristezza, con due occhi a pallone e in compagnia di un mal di testa forza 12/10, dalla porta finestra della cucina che era aperta, ho salutato i vicini che erano nel giardino seduti intorno ad un tavolo a chiacchierare fra di loro. Non appena mi ha vista, E. ha chiesto a me e a Ronald se avevamo voglia e tempo di unirci a loro. Senza pensarci due volte, ci siamo uniti alla compagnia.
I bambini erano già fuori a giocare tutti insieme. In pratica i giardini delle rispettive case non sono ancora stati separati dalle palizzate per cui abbiamo un gigantesco giardino dove le piccole pesti scorazzano in libertà :)
Abbiamo parlato di noi, ci siamo conosciuti reciprocamente un pò di più.
Tante domande, ovviamente, su come sono finita in Olanda, se mi piace, se mi manca la bella Italia e sul mio lavoro.
Un bel pomeriggio insomma. Leggero e spensierato. Proprio quello di cui avevo bisogno per distrarmi dai miei pensieri lacrimosi.
Verso le 18.30 (orario in cui normalmente qui si cena) W., il marito di E., ha detto che avrebbe infornato delle pizze per i bambini. Mi ha fatto sorridere perchè ha detto di vergognarsi come un ladro per il fatto che le pizze erano di quelle surgelate :)
Io gli ho risposto che non era proprio il caso perchè io non sono mica un'italiana con la puzza sotto il naso, del genere integralista/purista e che, ogni tanto, le uso anche io. Ci siamo messi tutti a ridere.
Per noi grandi, ho proposto una "pastata" che è stata accettata di buon cuore. In quattro e quattrotto, ho preparato i fusilli alla pizzaiola che abbiamo mangiato in giardino :)
Dopo il tris di pasta sia per W. che per E., ho offerto il mio limoncello ghiacciato. Anche questo graditissimo.
Fra una chiacchiera e l'altra, quando ci siamo salutati verso le dieci, loro mi hanno detto di sentirsi fortunati ad avere una vicina come me e per di più italiana (=buona tavola!) :))
Io, lusingata da tanti complimenti ho risposto che è bello per me sentirmi come a casa, con persone che, in fondo, conosco solo da poco.
Il giorno è così finito. Stanchissima emotivamente, sono andata a letto e, pensando a nonna Osi e nonno Addo, mi sono addormentata con un sorriso.

06 May 2008

La casa di Billa & il nuovo "codice"

Una delle ragioni fondamentali del nostro trasloco era quella di offrire alla nostra Billa un ambiente migliore dove crescere, diverso da quello di una grande ed impersonale città, come lo è (secondo noi) Rotterdàm.
Poco più di due settimane di effettiva vita qui ad Enkhuizen e possiamo dire, soddisfatti, che la missione è compiuta! :)
Dopo due giorni di adattamento al nuovo ambiente, la piccola ha già le sue amichette: Sòphie (la prima, quella del cuore ^_^), Merel, Fleur e anche il gatto Napòleon (dei vicini) del quale è innamorata pazza! :)
Non c'è niente di più bello che vederla giocare, scorazzare all'aria aperta, felicissima in mezzo a tanti bambini. E' una sensazione che non può che farci gioire.
La signorina preferisce i bambini più grandi di lei, le tre amichette di cui sopra, infatti, hanno in media 6 anni e vanno già a scuola. Sòphie ha una sorellina, Wende, di quasi due anni, si può dire coetanea di Billa che ne ha quasi due e mezzo, ma che la mia piccoletta considera "baby"e con la quale gioca un pò meno O_o
E' uno spasso vederla fra loro, lei la più piccola, con un temperamento spiccato, peperino peperino tutto italiano :), che tiene testa a chiunque! Che personaggio! ^_^ Se il buongiorno si vede dal mattino....ahi ahia ahiiiii :)))
Negli ultimi tempi io e Ronald siamo diventati rispettivamente mamma "Matilla" e pàpa "Nonald" e ci fa morire dalle risate quando ci sentiamo chiamare così e siccome la furbetta lo sa, ci chiama in continuazione:)
Si è legata moltissimo anche ai "piccolinis" (è quasi due mesi e mezzo che sono qui in trasferta) che chiama "nonna Osi" e "nonno Addo"e spero che non soffra quando domenica prossima partiranno. Io sicuramente sì :(
Sul fronte lingue, come già avevo anticipato, sono io quella che ha più difficoltà a parlarle in italiano, visto che tutto quello che mi circonda è olandese 100% e per me è più naturale e diretto parlarle in quella lingua.
Certo, la presenza dei miei genitori aiuta moltissimo perchè, di fatto, la lingua parlata in casa è l'italiano. Ora che andranno via, però, tornerò ad essere minoritaria :) e le difficoltà saranno maggiori. Considerato anche che la casa si riempie spesso di bambini che ovviamente parlano olandese. Isabella parla con loro in olandese e qualche volta fa capolino una parola italiana tipo "mamma mia" o "mannaggia" o ancora "attenta" oppure, per indicare il coniglietto Snuffy di Fleur e Merel "conino" ^_^
Non ha nessuna difficoltà a capire quando io o i nonni le parliamo in italiano, anche se risponde prevalentemente in olandese.
Ripeto, le difficoltà sono tutte mie, strano per quanto possa sembrare. Nella mia sala comandi si crea confusione, troppa. Mah... sarà l'età?! :)

Per tornare a la beddhazza della mamma, ora è nel giardino di Fleur e Merel che zompetta sul loro trampolino o per dirla a modo suo: "Billa springen"= Billa springhen= Billa saltare ^_^
Anzi... zompa di qua e zompa di là è meglio che la vada a controlla' ^_^
Baci baci e a presto! :D

23 April 2008

Stayin' alive! Ah Ha Ha...


E' passata ormai una settimana dallo sbarco :) qui ad Enkhuizen.
Come vola il tempo.
Quanto lavoro, quante scatole, quanto stress, quante scatole, ma anche quante soddisfazioni e quanti momenti da comiche...una per tutte: ci siamo scordati i piatti a casa vecchia e ce ne siamo accorti solo nel momento in cui stavamo per sederci a tavola e cenare :))) (qualche scatola in meno! :DDD)

C'è ancora tanto da fare, ma la casa sta cominciando a prendere la forma che desideriamo e tutte le nostre cose stanno trovando la loro nuova destinazione.
Per quanto mi riguarda vivo una strana sensazione, non mi sento ancora a casa mia...mi sembra di essere in vacanza! Quando parlo di casa, nella mia testa si accende l'immagine della vecchia casa. So, comunque, che questa sensazione è solo temporanea. Un posto, però, mi appartiene dal primo istante: la cucina, manco a dirlo! :) L'adoroooooooo!!!

Solo ieri sera tardi abbiamo collegato il mio computer ad internet ed è stato bello vedere tutti i vostri messaggi. Voglio ringraziarvi di cuore per tutti i pensieri che mi avete lasciato: mi avete fatto felice :)

Un bacioccolatoso in più lo do a radha per le sue parole sempre magiche, Berry che ormai mi segue ovunque con questa (the original one, the only one...altro che tarocchi spudorati ^_^) che è ormai diventata la travolgente colonna sonora di questi giorni :), Simona per il suo dolce house warming e last but not least ad Annina, che ha davvero esagerato. Siccome di scatole non ne ho, la dolce signora ha pensato bene di inviarmene un'altra! :) Scherzo ovviamente! Questa donna meravigliosa mi ha inviato un pacchetto pieno d'Amore, di regali e pensieri bellissimi e buonissimi!
Annina ti dico solo che Giulio Coniglio dorme ora con lei nella culla e guai a toglierglieli dalle mani i libricini!!! :)))

Ora torno a descatolare qualche altra cosa :DDD
Non appena ho un pò più di tempo e tranquillità psicofisica :) tornerò anche parocioccolatare ^_^... per l'intanto baciotti ciotti a tutti! ^.^

11 April 2008

Il V-day...

che, nel mio caso, sta per un innocuo VERHUIZING (ferausing = trasloco)-DAY :D, è fissato per il 15 aprile.
O meglio, martedì sera saranno caricati tutti i mobili e scatole dalla ditta che si occuperà del trasloco, che, però, ce li porterà a casetta nuova il 16 mattina verso le 7.30, questo per evitare, di rimanere intrappolati nelle "files"(file = traffico) delle ore di punta mattutine. Noi, invece, ci dirigeremo verso la nostra meta, già la sera stessa, dopo aver caricato tutto.
Quindi, ufficialmente il 15 è il giorno della "presa" di Casa IsaDoRo! :)

Tutto questo per dirvi che i preparativi fervono, il da fare non finisce più e il tempo stringe, scandito nella mia testa da questo TiC tAc TiC tAc TiC tAc ...Mah! o_O Mi sa che comincio a sentire lo stress da scatolone :))))
Mamma mia quante cose abbiamoooooo!!! Molte le ho eliminate, ma ne restano ancora tante da ordinare, impacchettare ed etichettare, cercando di usare la logica per evitare di impazzire nel trovarle quando serviranno! Ma sembrano auto-riprodursi *_*
Nonostante l'aiuto dei piccolinis ;), sono stata costretta a far rientrare dalle ferie quelle altre due :DDD Si sa, noi tre lavoriamo bene insieme. E' un team collaudato il nostro, mica pettiniamo bambole :)))

Tornerò ad affacciarmi a questa mia finestra non appena mi sarà possibile. Non dimenticate che la finestra è aperta, quindi ogni tanto buttate un sassolino chissà che non vi senta e mi affacci :)

si iù leitar aligheitarszzz :D
smuacchete ^.^

08 April 2008

Datemi un martello...

...Che cosa ne vuoi fare?!
... Lo voglio dare in testa a chi non mi va!! Sì! Sì! Sì!

Fin qui la Big Little Rita :) Ma se una persona a voi mooooooolto cara, quando le chiedete ripetutamente di fare delle cose importanti che SOLO lei può fare, in risposta, si-ste-ma-ti-ca-mente, le rimanda a POI, parente di MAI, voi che fate???!
No, ve lo chiedo perchè, quello che faccio io (cioè sbottare dopo la milionesima volta che ho garbatamente chiesto, senza ricevere alcun segno di vita) evidentemente non va bene... uffa :(
Vi dico, cambiare marito, non è un'opzione :D (anche se ci ho pensato ih ih ih ^_^)
E la risposta "se lo ami lo accetti per com'è", che fa tanto MulinoBianco, con me sbaglia palazzo!!! :)
Detto ciò, si accettano consigli, da chi di voi ha trovato un rimedio, una pozione, un elisir... qualsiasi cosa che aiuti, insomma... :)
...Non si sa mai che, con una terapia di gruppo blogghettara non riescono ad aprirmisi orizzonti e frontiere nuovi, prima che utilizzi davvero quel martello!!!! ... TI-U.. DU DU DA... TIU DU DA... ;D

05 April 2008

The First, The Last, My Everything...Reloaded ^_^

Alla fine ce l'ho fatta a pubblicare il mio personale contributo
alla Corrida :)))
Le urne di paroledicioccolato sono state chiare. La maggioranza assoluta ha decretato che io mi buttassi allo sbaraglio cantando una canzone del mitico Barry White, immortalando tutto in un video! :D
Così è stato: ho fatto la volontà del Popolo di Cioccolato! ^_^ (mi sa che sono l'unica che, in tempo di votazioni, mantiene quello che promette!?! O_O)
Grazie a tutti voi amici del giaguaro!!! :DDDDD


Questo è il tuo premio mr. Berry Write! :) Enjoy!!!! :))

Buon divertimento a tuttiiiiiiii............ Per me lo è stato!!! ;)
Di tanto in tanto, è bello vestirsi di pazza allegria o allegra pazzia o tutt'e due?!! ih ih ih ;DDDDDDDDD

n.d.Do: il video l'ho girato con la mia vecchia web-cam e per pubblicarlo ho dovuto usare YouTube Quick Capture. La qualità è scadente... ma tant'è ^_^
E' il pensiero quello che conta, no? :DDDDD

01 April 2008

Ricchi premi e cotillons !!!

Ringrazio tutti voi che avete voluto giocare con me a questo tranell (n.d.r = radha alias donna delle meraviglie ^_^) .
E' giunto quindi il momento di rivelare la soluzione. Ricordate?
Sebbene non sia nè grande, nè piccolo, nè liquido, nè solido o gassoso, si può rompere senza farlo cadere...

... si tratta del SILENZIO ^_^

Quindi l'indovinatore ^_^, al fotofinish (anche Simona ci aveva azzeccato ^_^), è quello sbucione di Berry Write!!!!!! :D
Complimentiiiiiiiiiii darlin', a te la corona!!! :))) clap clap clap

Ho lasciato a mr. Write il piacere di scegliersi il premio fra queste opzioni:

a) Un mio manicaretto (perchè lui è un godereccio come me! ^_^)
b) Una scatola nuova per le vacanze
c) Un video di me che gli canto qualcosa di Barry White:))) ih ih ih
d) Lasciamo decidere quale delle 3 a tutti gli amici di questo blog!

tatta ratatta taaaaa...

E Berry, pur avendo espresso preferenza per la c), ha deciso di lasciare la scelta definitiva al popolo sovrano di paroledicioccolato :)

La palla passa dunque a voi. Fatemi sapere con i vostri commenti quale dei tre premi dovrò consegnare a mr. Write.
Partecipate numerosi. Prometto che non vi prometto meno tasse da pagare e nessun posto di lavoro! :))))))
Le votazioni saranno aperte fino alle ore 24 di giovedì 3 aprile.

Dichiaro aperte le danze :)

28 March 2008

¿¿¿questa non è una mela???


René Magritte - Ceci n'est pas une pomme, 1964

Sebbene non sia nè grande, nè piccolo, nè liquido, nè solido o gassoso, si può rompere senza farlo cadere. Cos'è?!

Buon fine settimana! :)

21 March 2008

~*~Buona Pasqua~*~Vrolijk Pasen~*~Happy Easter~*~Joyeuses Paques~*~Feliz Pascua~*~


Pablo Ruiz Picasso - "La Paloma de la Paz", 1949


Un Dono

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
e fallo conoscere al mondo.

Mahtma Gandhi



17 March 2008

Pizza Margherita


Non so voi, ma io, per alcuni piatti tipici, sono sempre alla ricerca DELLA ricetta, quella come dico io, per intenterci. Uno di questi è la pizza.
Per quanto riguarda questo piatto geniale, per me il tempo si divide in prima di aver assaggiato la pizza a Napoli e in dopo. Ecco, da quel momento per me, l'unica pizza, LA pizza è quella napoletana!
E' un'esperienza plurisensoriale: la sua fragranza, la pasta soffice ma non gommosa che si scioglie praticamente in bocca, il bordo bomboloso un pò bruciacchiato... poi 'a pummarola, la mozzarella di bufala, il basilico fresco... mmmmm...
Maroooo'... al sol pensiero mi viene l'acquolina in bocca...Slurp!!!
Ora, con questa meta da raggiungere, nella preparazione casalinga della medesima, i tentativi non si contano più. Innumerevoli le ricette provate, tratte da libri, da siti, da passaparola fra noi goderecci, e via dicendo.
Ma niente di soddisfacente. Poi sono arrivata a questa ricetta che vi propongo, di origine certamente napoletana, come lo è l'amico al quale l'ho estorta ;D
Va detto che la pasta è davvero buona, ma tende al croccante. Non è così soffice come quella mangiata a Napoli. Quindi, su questo fronte, per quanto mi riguarda, la ricerca continuerà ad affinarsi. La pummarola (uno dei segreti è proprio questa madama ^_^) e il resto dei condimenti, invece, sono uguali precisi!! Strepitosa: provare per credere! ;p

Ingredienti per l'impasto di 3-4 pizze (la ricetta originale è per 1kg totale di farina -800g tipo 00 e 200g si semola di grano duro- quindi per 6-8 pizze)
400 g farina 00
100 g di semola di grano duro
1 cubetto di lievito fresco o 1 sacchettino di lievito granulare (7 g)
1/2 cucchiaio raso di sale
1/2 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
325 ml acqua tiepida
Preparazione
In un contenitore mescolare con l'acqua tiepida e l'olio, il lievito e lo zucchero facendoli sciogliere. Nel frattempo su un
piano mischiare le farine con il sale e disporle a fontana dai bordi alti. A questo punto nella parte interna della fontana mettere il liquido preparato in precedenza, facendo attenzione a non farlo straripare. Aiutandosi con una forchetta, incorporare lentamente, con un movimento rotatorio, la farina al liquido. Mescolare finchè la farina non assorba tutta l'acqua, dopodicchè impastare fino ad ottenere un composto morbido, elastico e liscio.
Modellare la pasta a mo' di palla, riporla in una scodella infarinata e spolverare un pò di farina sulla superficie. Ricoprire il tutto con un panno inumidito d'acqua calda (l'umidità aiuta la lievitazione) e lasciare che l'impasto lieviti, in un posto caldo, per minimo
1 ora.

Ingredienti per 250 ml di pummarola
3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
2 spicchi d'aglio
una manciata piena di basilico fresco
600 g di pomodori pelati
sale q.b.
Preparazione
In una padella capiente mettere l'olio, l'aglio tagliato finemente e farlo leggermente dorare (facendo attenzione a non bruciarlo). Aggiungere il basilico tagliato grossolanamente e i pomodori pelati che, non appena avranno preso calore, schiaccerete con una forchetta. Condire con sale.
Non appena questa salsa comincia a bollire, rimuovere la padella dal fuoco e passare il sugo attraverso un colino da pasta raccogliendolo in una coppa. Aiutatevi con un cucchiaio di legno per schiacciare bene i pomodori, l'aglio e il basilico. Buttare lo scarto che rimmarrà nel colino. Rimettere la passata così ottenuta nella padella e fatela ridurre, a fuoco lento, per circa cinque minuti, fino a farle raggiungere la consistenza giusta
(tipo passata rustica) per condire la pizza.

Pizza Margherita

Ingredienti per 3-4 pizze:
pasta per pizza
250 ml di pummarola
2-3 mozzarelle di bufala
olio extra vergine d'oliva
foglie di basilico
Parmigiano Reggiano grattugiato

sale


Dopo le due ore di lievitazione, l'impasto sarà raddoppiato in volume. E' ora di preparare la nostra Margherita!
Accendere il forno alla massima temperatura 220°- 230° (va bene sia in funzione ventilata che statica).
Rimuovere l'impasto dal contenitore e porlo su un piano infarinato. Impastare energicamente per qualche minuto, fino a rimuovere le bolle d'aria formatesi durante la lievitazione.
Dividere la pasta in piccoli panetti (3-4 a seconda della dimensione che si sceglie di dare alla pizza). Stendere ogni singolo panetto dando forma circolare dallo spessore sottilissimo (più o meno 1/2 cm) e disporlo su una pala per pizza infarinata, un vassoio, qualcosa, insomma, che permetta di infornarlo facilmente una volta condito. Come si vede dalla foto io ho usato un coperchio di pentola rovesciato! ^_=
A questo punto condire il disco di pasta con due cucchiaiate di pummarola precedentemente preparata, tocchetti di mozzarella di bufala, un filo d'olio, una spolveratina di Parmigiano Reggiano (altro trucchetto ^_^), un pizzico di sale (pochissimo considerato che la pummarola è già condita e il Parmigiano è di suo già saporito) e qualche foglia di basilico fresco.
Infornare nel forno bollente e cuocere fino a che i bordi non saranno ben dorati, bombolosi e croccanti (8-10 minuti).

Consigli
- Il forno deve essere caldissimo, vi consiglio di pre-riscaldarlo almeno 30 minuti prima di iniziare a preparare le pizze.
Vi accorgerete che le ultime pizze saranno le migliori, proprio per via dell'altissima temperatura raggiunta dal forno.
- Per ottenere un risultato il più simile possibile a quello del forno a legna, vi consiglio, se avete la possibilità, di usare un piano in pietra refrattaria, o marmo o granito dove far cuocere la pizza. Siccome deve essere anch'esso bollentissimo, inseritelo nel forno già dalla fase di pre-riscaldamento.
- Questa è la ricetta base della pizza classica. Si può ovviamente arricchire con gli ingredienti che più piacciono: prosciutto crudo, funghi, rucola, pomodorini freschi, speck, tonno, etc. etc. .

La pizza è servita! Buon Appetito! ;p

10 March 2008

Chapeau!

Wassily Kandinsky - "Im Blau", 1925

Tante manifestazioni, coccarde, fiori, per una ricorrenza. Per un giorno.

Oggi ho conosciuto una donna fantastica: Warwara.
Di quelle che dici, da donna, e con ammirazione pura (perchè spesso noi sappiamo essere, purtroppo, le più spietate nemiche delle nostre simili), quanto vorrei essere io come lei, un giorno.
E non parlo d'aspetto esteriore. Parlo di quella bellezza invisibile e magnetica che ti travolge.
Parlo di un intelletto fine e vivace che conquista. Di una nobiltà di gesti e di modi che disarmano. Di passione e determinazione entusiasmanti.
Nessun fronzolo, nè ostentazione, nè alterigia, nonostante la posizione. Tutto intorno a lei era armonia e forza positiva.
Che meraviglia. Che incontro.

Ecco, attraverso questa splendida donna, dedico idealmente il mio pensiero a noi tutte.

04 March 2008

Live from Enkhuizen


Giorni frenetici. Mille cose da fare e disfare, progetti nuovi e remix di quelli vecchi, lavori in corso, preparativi à la carte. Insomma, di tutto e di più per farci accogliere dalla nostra nuova casa che giorno dopo giorno prende sempre più la forma desiderata.
Tutto questo, ça va sans dire, da conciliare con il nostro lavoro di tutti i giorni e, soprattutto, da coordinare a distanza (la nuova casa, infatti, dista da dove siamo ora circa 140 km), impresa non sempre facile.
Ma non ci lamentiamo, l'entusiasmo è tale che a pesarci è solo l'attesa di andare finalmente a vivere lì! :)

Questi gli aggiornamenti dal cantiere...

PIANO TERRA è pavimentato con ceramica cotto italiana ;). I muri sono venuti fuori di un terracotta chiarissimo e il colore scelto sul campioncino era latte macchiato! O_o Ma va bene uguale, e poi l'esperienza ci è servita a rifinire la scelta colori delle altre stanze ;D
Salone: mancano solo i mobili e tutti gli accessori.
Cucina: venerdì arriveranno tutti gli elettrodomestici, inclusa la mia cucina dei sogni ^_^ e verso il 15/3 i mobili che monteremo da soli. Non vedo l'ora!
Toilet: mancano solo alcuni accessori per essere completa.

PRIMO PIANO
Cameretta Billa: verde mela :) e parquet-->fatto. Mancano solo i mobili e accessori.
Studio Do: giallo limone chiaro-->fatto. Il prossimo week-end finiremo mettendo il parquet.
Camera da letto: terracotta chiaro-->quasi finito. Per il parquet, come sopra.
Bagno: mancano solo gli accessori.

MANSARDA: che per ora è un unico ambiente, è stata tutta imbiancata e rifinita. Nelle prossime settimane, saranno realizzate la lavanderia e lo studio di Ronald e sarà messo il parquet anche lì.
Lunedì prossimo, invece, saranno installate altre due finestre per avere più luce naturale.

Lo scorso week-end siamo stati lì, per la seconda volta, con i Piccolinis. Billa è rimasta con gli altri nonni, altrimenti non avremmo combinato nulla per stare appresso a lei :)
Tutti all'opera quindi. Annachiara, persino Alduccio è stato contagiato dalla febbre del fai-da-te!!!;)) Evento praticamente storico visto che lui e la cassetta attrezzi sono come acqua e olio! O_O Il bello è che si è divertito pure! ^_^
Il tornado Rosi ^_=, manco a dirlo, si è pulite tutte le piastrelle dei bagni, il pavimento al piano terra e i vetri interni di tutte e 16 le finestre!! :)
Anche se abbiamo portato la macchina fotografica, come si può immaginare, essendo presi da mille altre cose, di foto per gli aggiornamenti "prima e dopo" non ne abbiamo fatte. Provvederò quanto prima.
Comunque, visto che il dottore pazzo ha installato una live-cam sulla finestra del salone, anche da qui possiamo goderci, in tempo reale, uno scorcio del posto che amiamo :)


Voor onze Nederlands familie en vrienden:
Klik hier voor een real-time uitzicht vanuit onze woonkamer in Enkhuizen ^_^

21 February 2008

D(onatella)-day: sono arrivate le truppe alleate! ^_^


Ieri sono arrivati i Piccolinis = i nonni italiani ^_^, che rimarranno qui sino al 6 aprile! Immaginate che felicità!!!! ;D
Non li vedevamo da circa sette mesi!!!
La Rosi, già da stamattina, si è messa ad aiutarmi in faccende casalinghe a me particolarmente antipatiche, una per tutte: stirare :/
Lei è una di quelle poche persone al mondo che ama farlo! C'erano circa due cestone di roba accumulata da stirare e lei, dopo un'ora è mezza, aveva finito tutto! Incredibbole! O_O
Santa mamma! Mamma for President! :) SHE CAN! :)
Alduccio, invece, è già in avanscoperta per le compere. Lui è l'addetto spesa, come sempre :) Riesce a trovare negozi qui, che io in 5 anni non sapevo neanche esistessero!!!
Nonostante abbia detto ad entrambri di prendersela con calma, la risposta è stata perentoria: siamo qui proprio per aiutarvi!!!
Io mooooolto felice! Il Cielo sa, in questa fase di preparazione al trasloco e lavori nella casa nuova, quanto avevamo bisogno di queste mani sante, soprattutto con la piccoletta a cui badare.
Non finiremo mai di ringraziarli abbastanza i nostri Piccolinis :)
Per quanto riguarda Billa, ieri in aeroporto è rimasta un pò basita nel vederli. Non credo li avesse completamente dimenticati. All'inizio era molto timida e restia a farsi avvicinare, poi, già in macchina, sulla via del rientro a casa, è diventata amica amica di nonna Rosi :) e in serata anche di nonno Alduccio :)

Sono contenta. Mi sento sollevata. Che bella sensazione. So di poter allentare la presa, in tutta fiducia, perchè c'è qualcuno a sostenermi.
E poi, posso finalmente mandare quelle due (myself and I) in ferie! :D

17 February 2008

Delle sorprese e degli Amici nel cuore


René Magritte - La chambre d'ecoute (1958)



E' bastata una telefonata, nel momento e dall' Amico meno attesi.
Lui, tanto lontano e assente consapevole, quanto presente e vicino in me. Proprio lì, nel cuore.
Lui, le sue parole, mi hanno ricordato chi ero e chi, forse, ancora sono.

Specchiarsi in questi specchi emoziona.

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...