28 March 2008

¿¿¿questa non è una mela???


René Magritte - Ceci n'est pas une pomme, 1964

Sebbene non sia nè grande, nè piccolo, nè liquido, nè solido o gassoso, si può rompere senza farlo cadere. Cos'è?!

Buon fine settimana! :)

21 March 2008

~*~Buona Pasqua~*~Vrolijk Pasen~*~Happy Easter~*~Joyeuses Paques~*~Feliz Pascua~*~


Pablo Ruiz Picasso - "La Paloma de la Paz", 1949


Un Dono

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l'ha mai avuto.
Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.
Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.
Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.
Prendi il coraggio,
mettilo nell'animo di chi non sa lottare.
Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.
Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.
Scopri l'amore,
e fallo conoscere al mondo.

Mahtma Gandhi



17 March 2008

Pizza Margherita


Non so voi, ma io, per alcuni piatti tipici, sono sempre alla ricerca DELLA ricetta, quella come dico io, per intenterci. Uno di questi è la pizza.
Per quanto riguarda questo piatto geniale, per me il tempo si divide in prima di aver assaggiato la pizza a Napoli e in dopo. Ecco, da quel momento per me, l'unica pizza, LA pizza è quella napoletana!
E' un'esperienza plurisensoriale: la sua fragranza, la pasta soffice ma non gommosa che si scioglie praticamente in bocca, il bordo bomboloso un pò bruciacchiato... poi 'a pummarola, la mozzarella di bufala, il basilico fresco... mmmmm...
Maroooo'... al sol pensiero mi viene l'acquolina in bocca...Slurp!!!
Ora, con questa meta da raggiungere, nella preparazione casalinga della medesima, i tentativi non si contano più. Innumerevoli le ricette provate, tratte da libri, da siti, da passaparola fra noi goderecci, e via dicendo.
Ma niente di soddisfacente. Poi sono arrivata a questa ricetta che vi propongo, di origine certamente napoletana, come lo è l'amico al quale l'ho estorta ;D
Va detto che la pasta è davvero buona, ma tende al croccante. Non è così soffice come quella mangiata a Napoli. Quindi, su questo fronte, per quanto mi riguarda, la ricerca continuerà ad affinarsi. La pummarola (uno dei segreti è proprio questa madama ^_^) e il resto dei condimenti, invece, sono uguali precisi!! Strepitosa: provare per credere! ;p

Ingredienti per l'impasto di 3-4 pizze (la ricetta originale è per 1kg totale di farina -800g tipo 00 e 200g si semola di grano duro- quindi per 6-8 pizze)
400 g farina 00
100 g di semola di grano duro
1 cubetto di lievito fresco o 1 sacchettino di lievito granulare (7 g)
1/2 cucchiaio raso di sale
1/2 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
325 ml acqua tiepida
Preparazione
In un contenitore mescolare con l'acqua tiepida e l'olio, il lievito e lo zucchero facendoli sciogliere. Nel frattempo su un
piano mischiare le farine con il sale e disporle a fontana dai bordi alti. A questo punto nella parte interna della fontana mettere il liquido preparato in precedenza, facendo attenzione a non farlo straripare. Aiutandosi con una forchetta, incorporare lentamente, con un movimento rotatorio, la farina al liquido. Mescolare finchè la farina non assorba tutta l'acqua, dopodicchè impastare fino ad ottenere un composto morbido, elastico e liscio.
Modellare la pasta a mo' di palla, riporla in una scodella infarinata e spolverare un pò di farina sulla superficie. Ricoprire il tutto con un panno inumidito d'acqua calda (l'umidità aiuta la lievitazione) e lasciare che l'impasto lieviti, in un posto caldo, per minimo
1 ora.

Ingredienti per 250 ml di pummarola
3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
2 spicchi d'aglio
una manciata piena di basilico fresco
600 g di pomodori pelati
sale q.b.
Preparazione
In una padella capiente mettere l'olio, l'aglio tagliato finemente e farlo leggermente dorare (facendo attenzione a non bruciarlo). Aggiungere il basilico tagliato grossolanamente e i pomodori pelati che, non appena avranno preso calore, schiaccerete con una forchetta. Condire con sale.
Non appena questa salsa comincia a bollire, rimuovere la padella dal fuoco e passare il sugo attraverso un colino da pasta raccogliendolo in una coppa. Aiutatevi con un cucchiaio di legno per schiacciare bene i pomodori, l'aglio e il basilico. Buttare lo scarto che rimmarrà nel colino. Rimettere la passata così ottenuta nella padella e fatela ridurre, a fuoco lento, per circa cinque minuti, fino a farle raggiungere la consistenza giusta
(tipo passata rustica) per condire la pizza.

Pizza Margherita

Ingredienti per 3-4 pizze:
pasta per pizza
250 ml di pummarola
2-3 mozzarelle di bufala
olio extra vergine d'oliva
foglie di basilico
Parmigiano Reggiano grattugiato

sale


Dopo le due ore di lievitazione, l'impasto sarà raddoppiato in volume. E' ora di preparare la nostra Margherita!
Accendere il forno alla massima temperatura 220°- 230° (va bene sia in funzione ventilata che statica).
Rimuovere l'impasto dal contenitore e porlo su un piano infarinato. Impastare energicamente per qualche minuto, fino a rimuovere le bolle d'aria formatesi durante la lievitazione.
Dividere la pasta in piccoli panetti (3-4 a seconda della dimensione che si sceglie di dare alla pizza). Stendere ogni singolo panetto dando forma circolare dallo spessore sottilissimo (più o meno 1/2 cm) e disporlo su una pala per pizza infarinata, un vassoio, qualcosa, insomma, che permetta di infornarlo facilmente una volta condito. Come si vede dalla foto io ho usato un coperchio di pentola rovesciato! ^_=
A questo punto condire il disco di pasta con due cucchiaiate di pummarola precedentemente preparata, tocchetti di mozzarella di bufala, un filo d'olio, una spolveratina di Parmigiano Reggiano (altro trucchetto ^_^), un pizzico di sale (pochissimo considerato che la pummarola è già condita e il Parmigiano è di suo già saporito) e qualche foglia di basilico fresco.
Infornare nel forno bollente e cuocere fino a che i bordi non saranno ben dorati, bombolosi e croccanti (8-10 minuti).

Consigli
- Il forno deve essere caldissimo, vi consiglio di pre-riscaldarlo almeno 30 minuti prima di iniziare a preparare le pizze.
Vi accorgerete che le ultime pizze saranno le migliori, proprio per via dell'altissima temperatura raggiunta dal forno.
- Per ottenere un risultato il più simile possibile a quello del forno a legna, vi consiglio, se avete la possibilità, di usare un piano in pietra refrattaria, o marmo o granito dove far cuocere la pizza. Siccome deve essere anch'esso bollentissimo, inseritelo nel forno già dalla fase di pre-riscaldamento.
- Questa è la ricetta base della pizza classica. Si può ovviamente arricchire con gli ingredienti che più piacciono: prosciutto crudo, funghi, rucola, pomodorini freschi, speck, tonno, etc. etc. .

La pizza è servita! Buon Appetito! ;p

10 March 2008

Chapeau!

Wassily Kandinsky - "Im Blau", 1925

Tante manifestazioni, coccarde, fiori, per una ricorrenza. Per un giorno.

Oggi ho conosciuto una donna fantastica: Warwara.
Di quelle che dici, da donna, e con ammirazione pura (perchè spesso noi sappiamo essere, purtroppo, le più spietate nemiche delle nostre simili), quanto vorrei essere io come lei, un giorno.
E non parlo d'aspetto esteriore. Parlo di quella bellezza invisibile e magnetica che ti travolge.
Parlo di un intelletto fine e vivace che conquista. Di una nobiltà di gesti e di modi che disarmano. Di passione e determinazione entusiasmanti.
Nessun fronzolo, nè ostentazione, nè alterigia, nonostante la posizione. Tutto intorno a lei era armonia e forza positiva.
Che meraviglia. Che incontro.

Ecco, attraverso questa splendida donna, dedico idealmente il mio pensiero a noi tutte.

04 March 2008

Live from Enkhuizen


Giorni frenetici. Mille cose da fare e disfare, progetti nuovi e remix di quelli vecchi, lavori in corso, preparativi à la carte. Insomma, di tutto e di più per farci accogliere dalla nostra nuova casa che giorno dopo giorno prende sempre più la forma desiderata.
Tutto questo, ça va sans dire, da conciliare con il nostro lavoro di tutti i giorni e, soprattutto, da coordinare a distanza (la nuova casa, infatti, dista da dove siamo ora circa 140 km), impresa non sempre facile.
Ma non ci lamentiamo, l'entusiasmo è tale che a pesarci è solo l'attesa di andare finalmente a vivere lì! :)

Questi gli aggiornamenti dal cantiere...

PIANO TERRA è pavimentato con ceramica cotto italiana ;). I muri sono venuti fuori di un terracotta chiarissimo e il colore scelto sul campioncino era latte macchiato! O_o Ma va bene uguale, e poi l'esperienza ci è servita a rifinire la scelta colori delle altre stanze ;D
Salone: mancano solo i mobili e tutti gli accessori.
Cucina: venerdì arriveranno tutti gli elettrodomestici, inclusa la mia cucina dei sogni ^_^ e verso il 15/3 i mobili che monteremo da soli. Non vedo l'ora!
Toilet: mancano solo alcuni accessori per essere completa.

PRIMO PIANO
Cameretta Billa: verde mela :) e parquet-->fatto. Mancano solo i mobili e accessori.
Studio Do: giallo limone chiaro-->fatto. Il prossimo week-end finiremo mettendo il parquet.
Camera da letto: terracotta chiaro-->quasi finito. Per il parquet, come sopra.
Bagno: mancano solo gli accessori.

MANSARDA: che per ora è un unico ambiente, è stata tutta imbiancata e rifinita. Nelle prossime settimane, saranno realizzate la lavanderia e lo studio di Ronald e sarà messo il parquet anche lì.
Lunedì prossimo, invece, saranno installate altre due finestre per avere più luce naturale.

Lo scorso week-end siamo stati lì, per la seconda volta, con i Piccolinis. Billa è rimasta con gli altri nonni, altrimenti non avremmo combinato nulla per stare appresso a lei :)
Tutti all'opera quindi. Annachiara, persino Alduccio è stato contagiato dalla febbre del fai-da-te!!!;)) Evento praticamente storico visto che lui e la cassetta attrezzi sono come acqua e olio! O_O Il bello è che si è divertito pure! ^_^
Il tornado Rosi ^_=, manco a dirlo, si è pulite tutte le piastrelle dei bagni, il pavimento al piano terra e i vetri interni di tutte e 16 le finestre!! :)
Anche se abbiamo portato la macchina fotografica, come si può immaginare, essendo presi da mille altre cose, di foto per gli aggiornamenti "prima e dopo" non ne abbiamo fatte. Provvederò quanto prima.
Comunque, visto che il dottore pazzo ha installato una live-cam sulla finestra del salone, anche da qui possiamo goderci, in tempo reale, uno scorcio del posto che amiamo :)


Voor onze Nederlands familie en vrienden:
Klik hier voor een real-time uitzicht vanuit onze woonkamer in Enkhuizen ^_^

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...