20 April 2010

per il libro dei ricordi


L'altro giorno mentre mettevo ordine nel mio mini organizer, sfogliando delle pagine sono incappata in due note scarabocchiate da me:
05/08/2008 pipì nel vasino
18/08/2008 taglio capelli e orecchini
Ho sorriso e la mia mente è tornata immediatamente a quell'estate trascorsa fra le colline di Locorotondo, nella splendida Valle d'Itria.
La mia piccola Isabella aveva imparato a fare pipì nel vasino e quindi niente più pannolini! Pochi giorni dopo siamo andate prima a tagliare i capelli per la prima volta dalla parrucchiera e poi dal gioielliere a far forare i lobi.
Per i capelli, nessun problema, lei anzi era tutta contenta ed è rimasta ferma tutto il tempo: risultato un bellissimo taglio bob che le donava a meraviglia!
Per i fori all'orecchio ricordo che, lungo la strada per andare in paese, lei si era addormentata in macchina. Arrivate, la presi in braccio ed entrai in negozio con lei che ancora dormiva.
Del primo foro se n'è accorta solo al momento in cui l'orecchino ha passato il lobo, perchè la puntura l'ha svegliata. Il secondo è stato un pò più complicato, visto che era ormai completamente sveglia e sapeva cosa l'aspettava. Comunque la piccola Capitan Coraggio, con i lacrimoni agli occhi, ha accettato che le fosse fatto il secondo. Era più lo spavento del dolore credo, ma io mi sono comunque sentito un tonfo al cuore.
L'ho calmata e consolata e dopo un paio di minuti era passato tutto con un bell'ovetto di cioccolato :). Da subito e nei giorni successivi lei, tutta orgogliosa, non faceva che mostrare a chiunque i suoi orecchini, raccontando l'avventura: "il signore degli orecchini mi ha fatto poco poco male, io ho pianto solo poco poco, ma dopo mi è passato tutto, eh mamma?" Un tesoro di figlia ci ho! :)


Tornando a giorni più recenti, e in particolare ieri 19/04/2010 (altra data da ricordare): la piccoletta, ormai quattrenne, ha imparato ad andare in bici senza le rotelle!
Qualche settimana fa, la sua amichetta del cuore Wende, l'ha preceduta nell'impresa, e lei ha voluto subito emularla.
Dopo un avvio un pò difficile perchè, nonostante io la mantenessi, era terrorizzata di cadere, abbiamo deciso insieme, vista anche la mia scarsa pazienza , che sarebbe stato meglio che fosse papà ad aiutarla. Il ceppo olandese, si sa, ce l'ha nel sangue le due ruote!!!!
E infatti, c.v.d., dopo appena tre giorni di training, dieci minuti dopo cena con il papà che doveva mantenerla per la giacca (il più delle volte facendo finta di tenerla :D), ieri sera la piccola Billa ha spiccato il volo :)))
Che gioia vederla, così radiosa di felicità! Non voleva più scendere dalla bici! ;)
Sono contenta che anche i nonni italiani, bloccati ancora per qualche giorno qui "grazie" :) al vulcano Eyjafjöll, abbiano potuto condividere insieme a noi quest'altra tappa importante della sua vita!


Ehhh.... i figli so' pezz 'e core!!!!

10 April 2010

ho voluto la bicicletta


e ora pedalo! Mai stata più contenta di pronunciare queste parole!
Quando avevo sei anni circa ho imparato ad andare in bicicletta. Dopodicchè mai più usata. Trentasei anni dopo eccomi che mi compro una bella biciclettona olandese (la più piccola che ho trovato per la mia altezza -n.d.r. 1,68 m-, ma resta sempre altaaaaa!) e mi cimento nel pedalare. Non avevo dimenticato! E questa è stata la prima consolazione. Però ho tanto, tanto da imparare da questi ciclisti di professione delle Basse Lande. Intanto devo perfezionare l'avvio e la fermata, che vista l'altezza della bici (da ferma, se sto in sella i miei piedi non toccato terra!!!), non sono dei più semplici per me. Poi una volta avviata non ho problemi particolari.
Andando in bici, ho subito constatato che dalle due ruote il traffico lo devi gestire in maniera diversa e ora capisco il perchè i ciclisti hanno quasi sempre precedenza. Dalla macchina ero spesso infastidita da questo modo quasi arrogante dei ciclisti di stare per strada. Ma hanno ragione! Bisogna pedalare e fermarsi il meno possibile, perchè in bici si è più vulnerabili.
Qui, certo, è una pacchia: piste ciclabili dapperttutto, quindi anche un'impedita come me, ha vita più o meno facile.
Comunque, sono soddisfatta di me stessa e poi ho scoperto che mi piace pure!
E poi, vogliamo mettere la contentezza di mia figlia qando mi ha vista in bici? Impagabile! :)


07 April 2010

disse il saggio/1

immagine tratta dal film di Woody Allen "Everything you always wanted to know about sex*"
*But were afraid to ask - 1972

“The most unfair thing about life is the way it ends. I mean, life is tough. It takes up a lot of your time. What do you get at the end of it? A Death! What's that, a bonus? I think the life cycle is all backwards. You should die first, get it out of the way. Then you live in an old age home. You get kicked out when you're too young, you get a gold watch, you go to work. You work forty years until you're young enough to enjoy your retirement. You do drugs, alcohol, you party, you get ready for high school. You go to grade school, you become a kid, you play, you have no responsibilities, you become a little baby, you go back into mommy's womb, you spend your last nine months floating...
...and you finish off as an orgasm.”

George Carlin (1937 - 2008)


“La cosa più ingiusta della vita è come finisce.
Voglio dire: la vita è dura e impiega la maggior parte del nostro tempo. Cosa ottieni alla fine?
La morte. Che significa? Che cos'è la morte? Una specie di bonus per aver vissuto?
Credo che il ciclo vitale dovrebbe essere del tutto rovesciato. Bisognerebbe iniziare morendo, così ci si leva il pensiero. Poi, in un ospizio dal quale si viene buttati fuori quando si é troppo giovani.Ti danno una gratifica e quindi cominci a lavorare per quarant'anni, fino a che sarai sufficientemente giovane per goderti la pensione. Seguono feste, alcool, erba e il liceo. Finalmente cominciano le elementari, diventi bambino, giochi e non hai responsabilità. Diventi un neonato, ritorni nel ventre di tua madre, passi i tuoi ultimi nove mesi galleggiando e...
...finisci il tutto con un bell'orgasmo.”

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...