07 April 2010

disse il saggio/1

immagine tratta dal film di Woody Allen "Everything you always wanted to know about sex*"
*But were afraid to ask - 1972

“The most unfair thing about life is the way it ends. I mean, life is tough. It takes up a lot of your time. What do you get at the end of it? A Death! What's that, a bonus? I think the life cycle is all backwards. You should die first, get it out of the way. Then you live in an old age home. You get kicked out when you're too young, you get a gold watch, you go to work. You work forty years until you're young enough to enjoy your retirement. You do drugs, alcohol, you party, you get ready for high school. You go to grade school, you become a kid, you play, you have no responsibilities, you become a little baby, you go back into mommy's womb, you spend your last nine months floating...
...and you finish off as an orgasm.”

George Carlin (1937 - 2008)


“La cosa più ingiusta della vita è come finisce.
Voglio dire: la vita è dura e impiega la maggior parte del nostro tempo. Cosa ottieni alla fine?
La morte. Che significa? Che cos'è la morte? Una specie di bonus per aver vissuto?
Credo che il ciclo vitale dovrebbe essere del tutto rovesciato. Bisognerebbe iniziare morendo, così ci si leva il pensiero. Poi, in un ospizio dal quale si viene buttati fuori quando si é troppo giovani.Ti danno una gratifica e quindi cominci a lavorare per quarant'anni, fino a che sarai sufficientemente giovane per goderti la pensione. Seguono feste, alcool, erba e il liceo. Finalmente cominciano le elementari, diventi bambino, giochi e non hai responsabilità. Diventi un neonato, ritorni nel ventre di tua madre, passi i tuoi ultimi nove mesi galleggiando e...
...finisci il tutto con un bell'orgasmo.”

3 comments:

radha said...

forse che si, forse che no...
che ne sappiamo..?
il nostro punto di vista è troppo punto per essere vista completa...
forse la nascita è già una specie di morte e forse la morte è una specie di nascita...
tutto quello che succederà sarà sempre adesso e ho scoperto la convenienza e la saggezza dello stare qui e ora...come ho scoperto il peso della paura a fuggire o nel passato e/o nel futuro...
io so che c'è un punto di vista ironico che mi permette di godere della vita sempre...il famoso..QUI QUO QUA!!!

Annachiara said...

mah, adesso lui lo sa qual è il punto della questione. E noi sempre qui a roderci!

fabdo said...

radha, la penso come te...anche se la messa in pratica talvolta mi risulta difficile ^_*

Annachiara, lui la sapeva lunga mi sa! Comunque l'ho trovato divertente...se ci pensi potrebbe essere una soluzione :)

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...