18 October 2010

no, a me non può succedere


fino a quando, un venerdì di un anno fa, tuo marito nel giocherellare, come fà sempre, con le tue tette, sente qualcosa di strano in una di esse. Una specie di pallina, grande quanto un acino d'uva e un pò dolorosa al tatto.
PAURA, perchè la sento anche io. Telefono immediatamente al mio medico curante, che vedrò dopo un'oretta. Mi controlla e anche lui conferma che al lato del seno destro, quasi sotto l'ascella, si sente un nodulo.
Mi fissa immediatamente un appuntamento con quello che qui si chiama il mammapolikliniek (policlinico di senologia) dell'ospedale a me più vicino, per il lunedì successivo. Qui vengo sottoposta ad un'ecografia prima, e ad una mammografia  poi (la mia prima in assoluto), ad entrambi i seni. L'esito di entrambe, per fortuna, non rivela niente di cui preoccuoparsi. Quella specie di pallina, era un'irritazione causata molto probabilmente dal ferretto del reggiseno la cui estremità terminava proprio in quel punto.
L'impatto emotivo di quei momenti è enorme. Tutto passa nella tua testa e nel tuo cuore, altalenandosi vertiginosamente in un turbinio di emozioni: paura, tristezza, angoscia, speranza.
Questa la mia storia in poche parole.

Il messaggio che voglio lasciare è semplice:

CONTROLLARSI, CONTROLLARSI, CONTROLLARSI regolamente, 
PERCHE' mai come in questo caso PREVENIRE E' FONDAMENTALE!

Vorrei anche ricordare che il cancro al seno non è una patologia solo femminile. Seppure con minor incidenza, anche gli uomini vengono colpiti dal cancro alla mammella. Per loro si temono il tumore alla prostata o ai testicoli, che a fini preventivi vanno anch'essi periodicamente controllati, e non si pensa certo al tumore mammario. Eppure è così.
Sarebbe bello che la campagna rosa di sensibilizzazione, si tingesse di un piccolo segno blu, proprio per ricordare che anche l'altra parte del cielo è colpita da questo tipo di cancro.

Su nastrorosa.it  tutto quello che c'è da sapere.
Bij borstkanker.nl alle informatie die je nodig hebt.

6 comments:

enza said...

cacchio che paura.
brrrrrrrrrr
leggo tot ziens e mi vengono in mente i mesi dell'erasmus in terra flamish, che figo.
ahahahah

fabdo said...

ciao Enza! Sì fu PAURAAAA a caratteri cubitali...per fortuna non era niente, ma quello spavento mi è servito.
Sei stata qui?

jazz said...

questa non la sapevo:(
ce ne sarebbero di controlli da fare e purtroppo la prevenzione non è mai stata il mio forte.

fabdo said...

Ciao jazz, dillo a me! Però dopo lo spavento, mi controllo!
Anche io l'ho scoperto per caso, che anche gli uomini sono colpiti dal tumore mammario. Qualche mese fa, in tv (qui in Olanda), mandarono un documentario/ritratto di un ballerino famoso olandese, che era stato colpito proprio da questo cancro. Una storia molto commovente anche per tutti i "pregiudizi" e l'ignoranza che ha dovuto subire...ma alla fine, nonostante tutto, ce l'ha fatta!

nonsisamai said...

ma allora sei proprio tornata! mi fa piacere! :)

fabdo said...

incostante come sempre, ma ci sono! ;)
Grazie Emanuela :)

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...