22 June 2007

Il Cielo e la Terra

Vincent van Gogh - "Korenveld onder onweerslucht", 1890
(Campo di granoturco sotto cielo nuvoloso)

Il bello di essere nella casa natale, è di imbatterti inattesamente nei ricordi che ti stringono in un abbraccio melanconico e allo stesso tempo rassicurante, perchè di cose già sapute.
A parte il ritrovare i colori, gli odori, i sapori della tua infanzia, ti capita una mattina, mentre cercavi altro, di trovarti fra le mani una grande scatola di cartone colorato.
E' straripante di tesori di un tempo passato, che però è ancora dentro di te, nascosto da qualche parte e desideroso di essere riscoperto.
La apri e gli angoli della bocca automaticamente puntano in sù.
I colori, le forme delle tante lettere, le cartoline, le foto, i disegni, tutto parla di te ed è lì per te.
Ti aspettava.
Un quaderno in particolare, però, attira l'attenzione a sè. Ha la copertina morbida e lucida, dallo sfondo rosso e con una stampa di rose fiorite e variopinte.
Sai di cosa si tratta. In un attimo tutto torna ad allora.
E' la tua raccolta estemporanea di angeli, immagini, pensieri vagabondi, disegni e poesie prese in prestito.
Giri le pagine velocemente, andando alla ricerca di quello che sai dove trovare.
Eccola! Scritta di pugno e di getto da G., l'amico-fratello nel cuore, che conosceva bene il labirinto interiore e sapeva, allora, come ora, di quei conflitti fra anima e corpo, che dominavano quel tempo.

Quel giorno di marzo così G. ritrae Do:


Il Cielo e la Terra


Quando il Cielo brilla
il tuo volto si riflette
nel sole e nelle stelle.

Quando la Terra è nuda
i tuoi pensieri diventano forma
e la tua Terra diventa la tua argilla...

Quando il Cielo e la Terra si sposeranno
il tuo volto e i tuoi pensieri
diventeranno una cosa sola.
Ed il tuo "io" sarà
più grande del grande nel grande.

E tutto succederà in un attimo.
O forse è già successo...


13 comments:

excalibur said...

essì i ricordi ci riportano indietro nel tempo, facendoci riscoprire un pezzetto di noi sopito in qualche angolo o che nel corso del tempo ha mutato un pò forma..capita anche a me quando torno alla casa natìa piena di ricordi e di nostalgia per quello che siamo stati

Monica said...

Ho vissuto in molte case, in molte luoghi. Le mie memorie sono trovate negli odori e nei suoni. Stupisce, come le memorie saranno premute il grilletto dalle cose le più semplici.

Imparo questa bella lingua, dunque amerei chiedere scusa per il mio italiano scarso.

Ho piaciuto la bella poesia.

cuochetta said...

Ciao cara DodO!
passo da te e ritrovo con piacere le stesse sensazioni...
in questi giorni mi è capitato di rivevere emozioni simili rivedendo di persona un caro amico che non vedevo da tempo....
cosa fanno le origini e le memorie...
annullano il passare del tempo e tutto questo è magico!

Monica said...

Ciao Dodo, grazie per la sua nota piacevole! No, non sono italiana - io sono americana. Ho vissuto in Santo Janni, Italia (vicino a Formia e Gaeta) da 1988-1990 perchè il mio padre era nella US Navy. Ho amato molto vivere in Italia. Parlarle dopo! =)

Excalibur said...

Ho segnalato il tuo blog a Staximo che ogni mese li inserisce nell'elenco dei foodblog italiani! ;D
PS. com'è venuta la pizza??

fabdo said...

Monica : passa a trovarmi quando vuoi! Ti rinnovo i miei complimenti per il tuo italiano e l'impegno che ci metti! :)

Cuochetta : Belle' ma siamo o non siamo "suddiche"?! :D

Excalibur : Grazieeeee!!! Davvero gentile da parte tua! :D
Come ti ho risposto a "casa tua": la pizza è stata un successo! :D

Excalibur said...

:D :D :D
Prego non c'è di che! Mi piace davvero tanto il tuo blog!

lemoni said...

Ciao dolce Dodo!
GRAZIE MILLE per il tuo in bocca al lupo!
In realtà non lavoro per la Valentino Spa, è Lui che è venuto a fare la sfilata nel luogo dove lavoro io!!!maa-gaa-riii!
Però è uno degli eventi più importanti che siano mai stati realizzati qui al Complesso Monumentale S.Spirito!
Ti stai rilassando? E abbronzando?
E la tua piccolina?

Intanto ti abbraccio tanto
Ciao
Gra

nini said...

E proprio vero, i ricordi sono cosi profondamente legati alla casa dove sei nato..

Giovanna said...

ciao, dsolo ora sono riuscita a leggre i post nelli quali spieghi il tuo ritorno a casa...
Ho vissuto una esperienza simile con la mia piccola appena nata e il mio antonio di 18 mesi... 7 ore in aeroporto a Pa per un volo che doveva durare 35 min... Alla fine il volo è stato cancellato e ci siamo dovuti spostare a Trapani (circa un'ora di taxi) da dove siamo partiti dopo altre 4 ore.
Pensavo che fossero cose "Da Isolani!!" ....

fabdo said...

Gra: Mitica! Che bello risentirti! :D
Beh, anche se non direttamente per il sig. Garavani, sicuramente
l'evento, se pur faticoso, rimane emozionante, no?!

Sì, sì io, Poppi e anche l'olandese volante, che nel frattempo ci ha raggiunte, ci godiamo famiglia, amici, il mare e il sole nostrum. Che meraviglia! :D
La prossima settimana, poi, io e illo, con il pretesto vero di un appuntamento di lavoro, ci concederemo una mini vacanza, nella vacanza.
Sponsor ufficiali la zia Marì, i cuginetti e i nonni che ci hanno convinto a fare questa fuitina :D occupandosi, loro, di Poppi!
Non male, eh?! :D

nini: Benvenuta! :D
Sì, ed è una fortuna, averne soprattutto quando il cuore ha bisogno di essere "riscaldato" :)

Giovanna: bentrovata! :)
No No! Il "problema" riguarda purtroppo anche il "continente"!
Hai dato un'occhiata alla foto della seconda parte di "Come sentirsi straniera in Patria"? Non ha bisogno di commenti!

Come avrai letto, però, ci sono le perle italiche che vengono in soccorso. E meno male!! :D


Kusjes a tutti! xxx
DoDo

SenzaPanna said...

Mi sono incantata a guardare il quadro di Van Gogh che da solo mi evoca molti ricordi.

Bel post.

fabdo said...

senzapanna: Grazie!:D

Saranno i colori, la tecnica, le emozioni che trasmette...non so...
Resta il fatto che è un dipindo magnetico che incanta :)

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...