17 March 2009

i riti e la loro bellezza

Quando ero piccola c'erano dei giorni della settimana in cui il menù a casa era praticamente fisso, tipo:
domenica--> pasta (fresca e non) con il sugo (di polpette, braciole o carne)
sabato--> brodo
lunedì--> verdura
Aggiungo una nota di mia sorella che giustamente dice:

"Carme' - n.d.r. è il nomignolo con cui mi chiama lei - non va, eh!!! Ti sei scordata che il giovedì era il giorno creativo del nonno.....siccome c'era il mercato e non c'era tempo per cucinare, era la giornata dei pasti veloci e creativi (la mia giornata preferita!!!) lekker!!!! Il venerdì, poi, era il giorno del pesce e dei legumi (giornata odiata da me:(((() Il sabato, inoltre, il nonno qualche volta si sbizzarriva anche con i risotti!!! Ti ricordi sì o no??? Te stai a fa' proprio vecchietta, eh?!! ehhhh, bei tempi però..."
Bei tempi sì! Mi ero scordata proprio, mi sa che hai ragione tu, la vecchiaia avanza ! ihihhhi

Da piccola non lo capivo, ma crescendo ho cominciato ad apprezzare sempre di più queste "abitudini" per il loro valore intrinseco e intimo. Da quando sono un'emigrata, poi, quegli appuntamenti fissi e tutte le emozioni a loro legate, mi mancano da morire!!!

Pensavo a questo proprio l'altro ieri, mentre IO preparavo di DOMENICA, il SUGO con le POLPETTE e le ORECCHIETTE!!!
Ogni volta che preparo le polpette, mentre le friggo, Ronald (la pietra dello scandalo) gatton gattoni viene a farne man bassa e poi condivide il bottino caldo e fragrante con Billa che gli fà da rimorchio.
Be', vedere Isabella saltellare per casa contenta mentre diceva "balletjes! balletjes!"(= palline= il suo modo di chiamare le polpette) e poi mangiarsele con così tanto gusto e soddisfazione, mi ha riempito di gioia.
Mentre la guardavo, mi sono rivista io a rubare le polpette alla mamma e mi sono commossa...

E' un rito, come lo erano quelli di casa mia: la bellezza dell'aspettativa e la certezza di vederla trasformata in realtà...che c'è di meglio?!
Anche se non con la stessa costanza dei nonni (già lo so), anche io spero di donare ad Isabella tanti ricordi-riti-rituali da coccolare, così anche lei, quando sarà grande, potrà ricordare con emozione, fra gli altri, il pranzo della domenica e la mamma che lo preparava.

10 comments:

cuochetta said...

ma ma ma...
qui abbiamo ripreso le sane abitudini :)

bene bene, ma dimmi le PALLETTE te le rubano già col sugo o quando sono appena fritte???

Cmq vogliamo la ricetta, mica puoi cavartela così!!!
TVB
Annina

Cuoche dell'altro mondo said...

Concordo con Annina. Caccia subito fuori la ricette delle balletjes!
Quanto mi piace la lingua olandese!
Un bacio grande
Alex

fabdo said...

E sì e sì io tornata sono! ;) Annì, le "pallette" (bellissima combiantion, me ne approprio!!! ^_^), manco a dirlo le rubano mentre le friggo!!! Nel sugo ne arrivano ben poche :DDDD
Non ci ho pensato proprio a scrivere la ricetta...rimedio in un prossimo post dedicato, d'accordo?
smuacchete ^.^

Alex, che siccome non c'ho neanche una fotuzza... anche per questa ragione tocca aspettare il prossimo giro...
Sì, concordo, ci sono delle parole troppo forti in olandese e poi usano moltissimo il diminutivo "tje" che in alcuni casi, se si fa' la traduzione, è comico :)
xoxox ^_^ xoxox

Simona said...

Mia mamma le polpette le faceva col bollito avanzato e, siccome la carne era cotta, io rubavo bocconcini di impasto prima che lo frigesse. Sono d'accordo che la reazione migliore e' il sorriso.

Mamadu said...

Carme', non va', eh!!! Ti sei scordata che il giovedi' era il giorno creativo del nonno.....siccome c'era il mercato e non c'era tempo x cucinare, era la giornata dei pasti veloci e creativi (la mia giornata preferita!!!) lekker!!!! Il ven, poi, era il giorno del pesce e dei legumi (giornata odiata da me:(((() Il sab. ,inoltre, il nonno qualche volta si sbizzarriva anche con i risotti!!! Ti ricordi si' o no??? Te stai a fa' proprio vecchietta, eh?!! ehhhh, bei tempi xo'.......

fabdo said...

Simona...noto con piacere che alcuni percorsi e sensazioni siano poi alla fine simili ^.^

uèèèèèèè Carlèèèèè :DDDD
e ci hai ragione cara!!! Mi sono dimenticata del giovedì e del venerdìììì!!!! Ahhhh la vecchiaia!!!!
Quel noooooonno quante cose bòòòòòne che ci ha fatto assaggiare...e continua a farci provare!!! :P
E delle polpette della Rosi ne vogliamo parlaree???! ihihihihhih

p.s. finalmente ti sei decisa a scrivere qui, "cat en peist"!!!!! ^.^

Mamadu said...

e no sister..... hai sbagliato la corretta pronuncia della ns rinomata universita' di bitetto e': "KAT endddd PAST"!!! CAPITO?!

fabdo said...

'ccidenti Carlè...ogni tanto "spruscio" sugli accenti... :DDDDD

elisa said...

non sai quanto c'è di me in questo post:
1. menù fisso per ogni giorno della settimana
2. rubo anch'io kg di polpette a mia madre..
3. orecchiette la domenica???Praticamente pranziamo insieme...
che bello che sei qui!!!
Baci beddha!!

fabdo said...

Elisa beddhazza :))), simu o nu simu salentine??!!^__________^
xox

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...